il network

Martedì 20 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Assolta la mamma affidataria: "Vorrei incontrare di nuovo il bambino"

"Ho tenuto 50 bambini e con le loro famiglie di origine non ho mai avuto problemi"

Assolta la mamma affidataria:  "Vorrei  incontrare di nuovo il bambino"

Anna con l'avvocato Massimo Tabaglio

CREMONA  - «.... il tribunale assolve perché il fatto non costituisce reato...». E in aula scorrono le lacrime. Sono quelle di Anna, per nove anni mamma affidataria di un bimbo tunisino. Glielo affidarono quando il piccolo aveva appena tre mesi, perché il papà, un tunisino ben integrato, con un lavoro e rimasto vedovo (la moglie era morta dopo il parto) non riusciva a cavarsela da solo. Il bimbo è tornato con il suo papà che nel frattempo si è risposato e gli ha dato due fratellini. La mamma affidataria era a processo con l’accusa di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice: non avrebbe rispettato le condizioni contenute nel decreto del tribunale per minorenni di Brescia sull’affidamento, con graduale reinserimento familiare del bimbo, e le modalità dettate dai servizi sociali per tale reinserimento. 

Anna ha ringraziato tutti e ha versato tante lacrime liberatorie e di gioia: "Ho tenuto 50 bambini e con le loro famiglie di origine non ho mai avuto problemi. Mi piacerebbe tornare a rivedere il bambino che ho tenuto con me per nove anni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Marzo 2018

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2018/03/22 - 19:07

    Cosa è questo , un nuovo modo di ringraziare ? Roba de mat !

    Rispondi