il network

Sabato 17 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Accoltella al petto il compagno, tentato omicidio: condannata

Otto anni più due di libertà vigilata, della donna non si hanno più notizie

Accoltella al petto il compagno, tentato omicidio: condannata

L’avvocato Ugo Carminati

CREMONA - La richiesta di intervento era «per una caduta». Ma quando il volontario della pubblica assistenza è entrato nell’appartamento in via Cazzaniga, numero 8, Luciano era stato accoltellato al petto. Un colpo solo e ci è mancato poco che prendesse il cuore. La sera del 8 dicembre del 2013, Luciano è finito in Terapia Intensiva. Miriam, la compagna con la quale aveva litigato e della quale non si hanno più notizie, forse rientrata in Argentina, martedì 20 marzo è stata condannata a 8 anni di reclusione più due di libertà vigilata. Il pm Milda Milli aveva chiesto dieci anni di reclusione. L’avvocato Ugo Carminati aveva chiesto al tribunale di riconoscere la «legittima difesa» oppure «un eccesso colposo di legittima difesa». «Leggerò tra novanta giorni la motivazione della sentenza e valuterò il ricorso in appello», ha commentato il difensore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

20 Marzo 2018

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2018/03/21 - 08:08

    Ministero dell'istruzione , della sanità , della giustizia , del lavoro : quattro ministeri importantissimi per la crescita delle nuove generazioni e ideali ? Si , ma gestiti da ministri non titolati , incapaci , fanfaroni , e convinti di manipolare l'opinione pubblica a loro piacimento nonostante le assurdità delle decisioni demenziali messe in pratica . E i danni provocati da questi quattro invasati chi li sta già pagando ?

    Rispondi

  • graziano

    2018/03/21 - 01:01

    8 anni, più due di libertà vigilata. Interessante. E adesso dove la si va a prendere? Non ci siamo proprio.

    Rispondi

  • alessandro

    2018/03/20 - 21:09

    la deduzione non fa in effetti una piega (come la toga) : dopo 5 anni dalla coltellata la si. Miriam può aver avuto la bella pensata di tornarsene al sicuro. come darle torto? e avanti cosi..anche noi maschi talvolta vittime di violenze impunite/impunibili/macchina della giustizia te la raccomando. tsè

    Rispondi