il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Cottarelli: "Il capitale sociale salverà l'Italia"

L'economista ha parlato a ruota libera e con grande chiarezza al Boschetto nell’incontro 'La cultura della gestione virtuosa della cosa pubblica'

Cottarelli: "Bisogna aumentare il capitale sociale"

Carlo Cottarelli

CREMONA - «‘Iöö’, mi veniva fuori istintivamente quando nelle riunioni del Fondo Monetario Internazionale le cose si facevano inutilmente complicate. E poi vai spiegare a un americano o a un inglese cosa vuol dire questo suono», così Carlo Cottarelli venerdì 16 a ruota libera e con grande chiarezza al Boschetto nell’incontro La cultura della gestione virtuosa della cosa pubblica, organizzato dai comitati di quartieri e coordinato da Gianrosario Tamburini del comitato del Boschetto. In tanti hanno voluto ascoltare l’economista cremonese che ha dato la ‘sua ricetta’ per vedere con un po’ più di speranza il futuro non solo economico dell’Italia. Cottarelli è partito dai suoi libri: 'La lista della spesa', 'Il macigno' e 'I sette peccati capitali dell’economia italiana' — tutti editi da Feltrinelli — per tracciare lo scenario di «un paese che si arrabatta a trovare soluzioni come la cancellazione dei vitalizi, l’eliminazione delle auto blu e degli enti inutili come il Cnel iniziative che porterebbero a risparmiare 5miliardi di euro, ma la spesa pubblica ammonta a 820 miliardi — ha detto l’economista —, sarebbe un inizio ma ci vuole un’azione più radicale che non vuol dire austerità. Bisogna aumentare il capitale sociale».

La soluzione a tutto questo è quel ‘capitale sociale’ che l’economista legge nella responsabilità di ogni singolo cittadino nei confronti della comunità; il che vuol dire un cambiamento della mentalità degli italiani, lo sforzarsi di essere un po’ meno individualisti per prendersi cura della res publica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Marzo 2018

Commenti all'articolo

  • They

    2018/03/18 - 08:08

    E comunque i 5 miliardi che vengono descritti come una goccia nel mare sono sempre 5 miliardi buttati per privilegi assurdi e che potrebbero risolvere i problemi di molti!!!

    Rispondi

  • They

    2018/03/18 - 07:07

    Ad esempio non più buttare soldi pubblici per falsi profughi!!! Pensionare chi ha già lavorato per 40 anni e lasciare il posto ai giovani!!! Invece sento sempre parole evanescenti con frasi dai mille significati e nulla di realistico!!!

    Rispondi