il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. COMMERCIANTI DISILLUSI

"Snobbati e ignorati, dal Comune solo promesse tradite"

Il giornale 'La Provincia' ha raccolto il parere dei negozianti di corso Garibaldi dopo la decisione di procrastinare la posa della pavimentazione di pregio: "Ci sentiamo presi in giro. Questa parte della città non interessa a nessuno"

"Snobbati e ignorati, dal Comune solo promesse tradite"

CREMONA - Più disillusi che arrabbiati, i commercianti di corso Garibaldi, alla notizia della decisione del Comune di posticipare la realizzazione della pavimentazione di pregio in quella importante (e da tempo sofferente) arteria cittadina. E non usano mezzi termini: «Ci siamo rimasti male. E’ un atteggiamento scorretto. Ci illudono fino alla fine e poi, come se nulla fosse, senza alcuna comunicazione ufficiale, ci viene detto che la pavimentazione prevista per il 2018 non si farà — dice Elena Scaravaggi di Pausa caffè —. Doveva essere una decisione condivisa, progettata con le associazione e poi arriva la comunicazione che tutto verrà posticipato. Sembra proprio una presa in giro. Ti viene da pensare che al Comune non interessi per nulla questa zona della città».
Daniela Romani della Chicco ci va giù duro: «E’ vergognoso saperlo dal giornale. Quando ci sono tavoli istituzionali appositi. Forse è vero che la realizzazione della pavimentazione non avrebbe risolto tutti i problemi, ma poteva essere un’iniezione di fiducia per una zona evidentemente in difficoltà. Poteva essere il primo passo per il rilancio dell’intero centro storico. Ma forse questa non è una priorità per il Comune».
C’è chi sulla zona pedonale ci ha fatto conto, così come sulla pavimentazione di pregio annunciata dal Comune: «Noi ci siamo trasferiti nella zona pedonale proprio in previsione della riqualificazione dell’area — spiega Maria Grazia Cimardi del negozio Kit —. Probabilmente l’intervento non avrebbe risolto tutti i problemi della zona, ma se non si inizia da qualche parte, qui si muore. Bisogna trovare un’alternativa ai centri commerciali e l’alternativa può essere quella di offrire il piacere di una bella passeggiata a chi viene in città. La nuova pavimentazione di pregio sarebbe stata un inizio. Invece nulla. Si rimanda ancora. La bellezza, il decoro, la cura di una città sono elementi attrattivi. Il Comune ha promesso molto, ma ha fatto veramente poco per il commercio. Per capirlo basta guardarsi intorno. In corso Garibaldi come altrove».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Marzo 2018