il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Camera penale, sciopero degli avvocati: ' Le misure alternative abbattano la recidiva'

Camera penale, sciopero degli avvocati: ' Le misure alternative abbattano la recidiva'

CREMONA - Il sistema carcerario costa ogni anno quasi tre miliardi di euro, dai 120 ai 140 euro al giorno per detenuto. E genera tassi di recidiva tra i più alti d’Europa: il 67% dei detenuti che ha scontato la pena interamente in carcere, delinque di nuovo. La recidiva si abbatte al 19% con le misure alternative alla detenzione. «Senza misure alternative, recidiva ed insicurezza aumentano». Non è «buonismo». E’ «statistica». E la statistica dice «che non va bene sempre il carcere; a questo tendeva la riforma dell’ordinamento penitenziario». Ma la cosiddetta ‘riforma Orlando’ è stata congelata «proprio perché, purtroppo, siamo arrivati, in limine, alle elezioni e questi non sono temi che fanno piacere alla gente spaventata da populismi e urla generali».

Maria Luisa Crotti, presidente della Camera penale di Cremona e Crema ‘Sandro Bocchi’, il vice Alessio Romanelli e Micol Parati, delegata alla commissione carcere, spiegano le ragioni della protesta dei penalisti (due giorni di astensione dalle udienze, martedì 13 e mercoledì 14 marzo, e uno di digiuno) alla conferenza stampa, convocata, non a caso, a Cà del Ferro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Marzo 2018

Commenti all'articolo

  • They

    2018/03/14 - 06:06

    Soluzione: 1) carcerati stranieri a casa loro (comunitari e non) 2) probabilmente in carcere la vita è troppo soft per questo vogliono tornarci Tra chi viene messo ai domiciliari la recidiva è inferiore semplicemente perché continuano nei loro sporchi traffici!

    Rispondi