il network

Martedì 18 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


MONTICELLI D'ONGINA

Con l'auto nel fiume, trovato il corpo del 69enne scomparso 10 mesi fa

Carlo Dafrini, sannazzarese, si era allontanato da casa il 25 maggio 2017: la presenza della vettura rilevata grazie ad un ecoscandaglio

Ricerche in corso in Po

Sommozzatori in azione

MONTICELLI D'ONGINA - A dieci mesi dalla scomparsa, lunedì 12 marzo è stato ritrovato il corpo senza vita di Carlo Dafrini, 69enne sannazzarese: era nella sua auto, in fondo al Po, a San Nazzaro. L’uomo si è probabilmente suicidato gettandosi nel fiume proprio a bordo della vettura, subito dopo essersi allontanato da casa il 25 maggio 2017. I carabinieri di Monticelli, guidati dal luogotenente Vincenzo De Luca, avevano cercato a lungo la Fiat Bravo e nei mesi scorsi era stato utilizzato un ecoscandaglio per ‘setacciare’ il fiume, ma non aveva rilevato anomalie. Fino a pochi giorni fa, quando c’è stata la svolta: Enel ha commissionato alcune verifiche dei fondali, legate al funzionamento della centrale idroelettrica, e gli strumenti hanno evidenziato una strana presenza a diversi metri di profondità. Sono stati allertati i sommozzatori di Bologna, che arrivati a San Nazzaro hanno individuato la Fiat. Dopo alcuni tentativi andati a vuoto, a causa dei tronchi entrati anche nella vettura, sono riusciti ad agganciarla a speciali cavi in acciaio. I mezzi del 115 di Piacenza hanno fatto il resto e alle 15 l’auto è stata riportata in superficie. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Marzo 2018