il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SESTO CREMONESE

Ordinanza dopo i crolli: statue e pinnacoli a rischio

I rilievi dei pompieri accertano il cattivo stato delle opere in pietra sulla facciata della chiesa. Il sindaco impone la messa in sicurezza. Il don: massima priorità. In vista rimozione e restauri

Ordinanza dopo i crolli: statue e pinnacoli a rischio

SESTO CREMONESE - Dopo lo scampato pericolo si corre ai ripari. Sul sagrato della chiesa dedicata ai martiri Nazario e Celso ci sono ancora i pezzi di pietra che giovedì mattina si sono staccati all’improvviso dalla statua di uno dei patroni sulla facciata della stessa parrocchiale. Sotto per fortuna non c’era nessuno ed è stata una grande fortuna, perché se uno dei blocchi avesse colpito una persona in testa sarebbe stata una tragedia.
L’episodio è avvenuto intorno a mezzogiorno, vale a dire un’ora dopo la conclusione di un funerale. E proprio verso le 11 il sagrato era pieno di gente. Ricevuto il verbale di intervento dei vigili del fuoco di Cremona, che dai rilievi hanno accertato il grado di vetustà delle statue e dei pinnacoli, messi a dura prova dalle intemperie, ipotizzando il rischio di nuovi crolli, venerdì 9 il sindaco Francesca Maria Viccardi ha firmato un provvedimento ‘contingibile e urgente’ con il quale ordina al parroco don Angelo Staffieri di mettere in sicurezza l’edifico sacro. Il don: massima priorità. In vista rimozione e restauri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Marzo 2018

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2018/03/10 - 11:11

    Ma la facciata della chiesa è stata restaurata poco tempo fa !!!!

    Rispondi