il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Fa ginnastica anziché aprire l'ufficio postale, condannata

Quattro mesi di reclusione (pena sospesa e non menzione) all'ex direttrice: allontanava i clienti con la scusa di guasti inesistenti ai terminali

Fa ginnastica anziché aprire l'ufficio postale, condannata

Il tribunale di Cremona

CREMONA - Sorpresa mentre faceva step-fitness in orario di lavoro, l’ex direttrice di un ufficio postale è stata condannata a 4 mesi di reclusione (pena sospesa e non menzione) per «aver turbato la regolarità del servizio pubblico, non rispettando l’orario di apertura all’utenza». Alle 8,20 del mattino del 29 ottobre del 2015, anziché aprire l’ufficio, luce spenta, la direttrice era  in una stanza a fare step-fitness, allontanando i clienti con la scusa di guasti ai terminali dell’ufficio. Guasti inesistenti.
«Fare ginnastica all’interno di un ufficio pubblico danneggia gravemente l’immagine delle Poste», ha sottolineato il pm onorario, Paolo Tacchinardi, nel chiedere la condanna a 4 mesi di reclusione dell’ex direttrice dell’ufficio postale di un piccolo comune del Cremonese. Verso la sentenza del presidente Giuseppe Bersani, l’avvocato Gian Pietro Gennari ricorrerà in appello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

01 Marzo 2018