il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Cremona

Violazioni sul lavoro e blitz dell’Arma, due denunce

Nei guai la proprietaria di un hotel e il gestore cinese di un bar e di un negozio di parrucchiera. Addetti ‘in nero’ e l’impiego di un impianto di videosorveglianza vietato

Violazioni sul lavoro e blitz dell’Arma, due denunce

CREMONA - Non sono tornati a mani vuote i carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Cremona che nelle scorse ore hanno passato al setaccio vari esercizi commerciali della città. In tre casi sono scattate sanzioni salate e anche denunce a piede libero, provvedimenti che potrebbero condurre a procedimenti giudiziari piuttosto pesanti. Nel mirino sono finiti un hotel, un bar e un negozio di coiffeure.

I primi interventi sono avvenuto nel negozio di parrucchiera e nel bar, due esercizi che fanno capo alla stessa persona, un cinese di 26 anni. Lì i militari hanno appurato due violazioni: la mancata nomina di un medico competente e il fatto di aver installato un impianto di videosorveglianza senza le previste autorizzazioni da parte degli enti preposti.

Il secondo intervento è avvenuto presso un hotel. Lì il provvedimento ha riguardato la titolare, una 50enne, alla quale è stato contestato il fatto di non aver informato i propri lavoratori sull'attività svolta e i rischi ad essa connessi nonché il fatto di aver occupato due lavoratori ‘in nero’ sui sette impiegati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Febbraio 2018