il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CON L'ACCUSA DI TENTATO OMICIDIO

Codraro fermato dalla Digos per il pestaggio di Ursino a Palermo

Era già stato arrestato a Cremona dove aveva partecipato alla manifestazione antifascista sfociata poi nella guerriglia urbana

Codraro fermato dalla Digos per il pestaggio di Ursino a Palermo

Giovanni Marco Codraro

CREMONA - Uno dei due fermati dalla Digos con l'accusa di essere tra gli otto partecipanti al pestaggio di Massimo Ursino, segretario provinciale di Forza Nuova aggredito a Palermo, entrambi accusati di 'tentato omicidio' , è Giovanni Marco Codraro, già arrestato a Cremona dove aveva partecipato alla manifestazione antifascista sfociata nella guerriglia ma poi assolto dal Gup dall’accusa di devastazione e saccheggio e condannato a 9 mesi di reclusione, pena sospesa, per la 'sola' resistenza a pubblico ufficiale. Con lui è trattenuto anche Carlo Mancuso. «Sono stato a trovarli in carcere. Sono sereni e attendono l'udienza di convalida del fermo - ha spiegato il loro legale . Credo che in quella sede potranno essere chiarite le posizioni dei miei assistiti, fermati più per il clamore suscitato dall’aggressione che su prove raccolte che a mio avviso sono lacunose».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Febbraio 2018