il network

Martedì 23 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Arrestati dai carabinieri due spacciatori bresciani

Rifornivano i tossicodipendenti cremonesi in zona Po. Nelle perquisizioni rinvenuti 5 kg di marijuana e una mitraglietta Makarov Calibro 9

Arrestati dai carabinieri due  spacciatori bresciani

La mitraglietta da guerra sequestrata

CREMONA - Sono due bresciani, un 57enne disoccupato di Ghedi e un operaio 35enne di Leno, gli spacciatori finiti nella rete dei carabinieri di Cremona. I due arrivavano in città e spacciavano prevalentemente ai tossicodipendenti che si ritrovano in zona Po. Il blitz degli uomini dell'arma è partito quando nella notte tra l’8 e il 9 febbraio, una pattuglia ha notato i due bresciani in atteggiamento sospetto. E’ così seguito un controllo, durante il quale sono stati trovati due etti di hashish nascosti sotto i sedili dell'auto e una dose di cocaina nascosta negli slip. La successiva perquisizione domiciliare, su ordine del pubblico ministero Milda Milli della Procura di Cremona, ha portato al rinvenimento di oltre 5 chilogrammi di marijuana confezionata e già suddivisa in sacchi sotto vuoto, oltre a una mitraglietta Makarov Calibro 9, arma da guerra detenuta illegalmente, con un caricatore pieno, e 500 cartucce calibro nove per pistola. I due arrestati sono stati interrogati dal gip Letizia Platé che ha confermato per entrambi la misura cautelare in carcere. Entrambi hanno precedenti penali per droga e reati contro il patrimonio, e sembra che uno dei due in passato abbia gestito in passato un poligono nel Bresciano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Febbraio 2018

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2018/02/17 - 20:08

    sono perfettamente d 'accordo,questi sono bianchi e hanno tutto il diritto di spacciare, loro non rovinano i nostri giovani e i genitori sono tranquilli.

    Rispondi

  • angelo

    2018/02/15 - 12:12

    ma guarda! non sono extra-comunitari!!!! dove sono i commenti contro gli spacciatori bianchi??????

    Rispondi