il network

Venerdì 25 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CREMONA

Bimba morta di meningite, gli atti alla procura di Cremona

La piccola di 4 anni fu curata all’ospedale Maggiore per una crisi epilettica e quattro giorni dopo spirò agli Spedali Civili di Brescia

bimba

L'ospedale Maggiore di Cremona

CREMONA - Da Brescia si sposta a Cremona l’indagine sulla morte di una bimba albanese di quattro anni, il 16 febbraio di un anno fa curata all’ospedale Maggiore per una crisi epilettica e quattro giorni dopo uccisa da una meningite batterica. La bimba spirò nel reparto di Anestesia e Rianimazione Pediatrica degli Spedali Civili di Brescia. Qui fu trasferita d’urgenza il 19 febbraio. Qui l’esame del liquor confermò la diagnosi. Nell’indagine aperta nei confronti di ventidue persone, tra medici e infermieri, con l’ipotesi di omicidio colposo, la procura di Brescia ha chiesto l’archiviazione per tre camici bianchi di Brescia. E per competenza, ha trasmesso gli atti alla procura di Cremona. Intanto, la famiglia della piccola, assistita dall’avvocato Nadia Baldini, ha nominato un consulente tecnico per capire se vi siano responsabilità. E ciò in quanto i periti a suo tempo nominati dal pm di Brescia, il medico legale di Verona, Chiara Laposata e la dottoressa Anna Maria Maddalena Azzini, specialista in malattie infettive, nelle 93 pagine di perizia, pur scagionando gli operatori sanitari del reparto di Pediatria dell’ospedale di Cremona, avevano tuttavia mosso due censure e rilevato un ritardo diagnostico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Febbraio 2018