il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Strada Sud, in un comunicato il no di Sinistra per Cremona - Energia Civile

Strada Sud,  in un comunicato il no di Sinistra per Cremona - Energia Civile

CREMONA - Referendum per la Strada Sud: arriva il fermo no di Sinistra per Cremona - Energia Civile nel comunicato che pubblichiamo qui di seguito a firma di Lapo Pasquetti.

"Sinistra per Cremona Energia Civile, la lista che, con l'assessore Rosita Viola e il consigliere Filippo Bonali, fa parte dell'attuale maggioranza che sostiene l'amministrazione Galimberti, conferma la propria netta posizione di contrarietà alla realizzazione della strada sud. I problemi del traffico in via Giordano e dell'inquinamento non si risolvono costruendo nuove strade e infrastrutture di servizio alla viabilità, peraltro in un area verde di pregio del territorio cremonese. Manteniamo fede al programma elettorale con cui i cittadini cremonesi ci hanno votato e che prevedeva lo stralcio del progetto dal PGT. Il Consiglio Comunale, nel rispetto del mandato ricevuto dalla maggioranza dei cremonesi, ha già approvato lo stralcio. Nel percorso amministrativo della variante, nessuna osservazione contraria allo stralcio é pervenuta da parte dei comitati pro strada sud, dai cittadini, dalle associazioni o dalle attuali forze della minoranza. Oggi, fuori tempo massimo, proprio queste forze vogliono tentare di reintrodurre il progetto nel PGT con un referendum, evidentemente per fare un piacere ai costruttori di strade e non certo ai cittadini di Cremona che già si sono espressi nel 2014. La soluzione dei problemi del traffico e dell'inquinamento non si trova spostando il problema in altre aree bensì con misure e provvedimenti che incentivino la mobilità sostenibile nella cerchia urbana, deviando il traffico pesante sulle arterie già presenti eventualmente limitando il transito su via Giordano per i non residenti con tickets o permessi provvisori. I promtotori del referndum devono raccogliere ora le firme di 1/20 degli elettori iscritti nelle liste elettorali. I cittadini già ora possono bloccare questo tentativo di cementificazione del territorio non firmando la proposta di referendum. Blocchiamoli sul nascere. Noi non firmiamo. No strada sud".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Febbraio 2018

Commenti all'articolo

  • Antonio

    2018/02/09 - 11:11

    Parlano questi che avranno meno del 5% e con un PD al minimo storico non rappresentano tutti assieme che un terzo dei cremonesi. Il vento è cambiato!!!Il 5 marzo si avvicina, e non sarà un bel giorno per la sinistra.

    Rispondi