il network

Lunedì 24 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


PIZZIGHETTONE

Gran Bollito Cremonese fa subito centro

Quasi 800 commensali nelle Mura di Pizzighettone per la prima edizione

Gran Bollito Cremonese fa subito centro

PIZZIGHETTONE - La prima edizione del 'Gran Bollito Cremonese' nelle mura di Pizzighettone è stata un successo. La bontà del piatto tipico cremonese accompagnato a piacere da un ottimo Consommé (rigorosamente ai tre brodi) e da una squisita Raspadùra di Grana Padano di Latteria Pizzighettone è stato apprezzata da quasi 800 commensali che si sono distribuiti tra la cena di sabato 3 Febbraio (che ha registrato quasi 300 buongustai) e il pranzo di domenica 4 febbraio, in cui sono stati serviti oltre 500 avventori. Domenica, tra le 12.30 e le 13.30, si è registrata la maggior concentrazione di pubblico, con code sia alle casse sia alla distribuzione.

Il piatto tipico cremonese consumato nella straordinaria location delle Casematte delle mura (con camini accesi e la tipica atmosfera della ruralità e della convivialità, abituale vetrina di successo di eventi gastronomici baricentrica alle province di Cremona, Lodi, Piacenza e Milano) ha siglato il successo dell'iniziativa, messa in campo dall'inedita ma riuscitissima partnership siglata dal Gruppo Volontari Mura Pizzighettone (già fautore dei Fasulin de l'òc cun le cudeghe) con il Gruppo Macellai di Cremonesi di Ascom-Confcommercio. Accanto a volontari e macellai, anche gli studenti dell'Istituto Einaudi di Cremona che, accompagnati dal professor Franzini, si sono resi utili nei vari servizi. Un successo andato ben oltre i confini provinciali. Molte infatti le provenienze da altre città lombarde (a fare la parte del leone Milano, la Brianza e Brescia) ma anche dalla vicina Emilia, con provenienze dalle zone di piacentino e parmense.

A fare la parte del leone i vari tagli del bovino, oltre alla gallina lessa e al salame da pentola. Squisito anche il brodo. Con tanti complimenti da parte di tutti. Il sipario sull'evento gastronomico è calato poco oltre la metà pomeriggio.

"Un'edizione zero, con  qualche accorgimento da mettere a punto ma con tutte le carte in regola per diventare un appuntamento annuale fisso, che è piaciuta, in una location unica nella nostra provincia e non solo", commentano con soddisfazione il presidente del Gruppo Volontari Mura, Sergio Barili, e il presidente del Gruppo Macellai Cremonesi Giancarlo Ruggeri, insieme al presidente di Confcommercio, Vittorio Principe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

04 Febbraio 2018