il network

Mercoledì 26 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. MASSACRO ALLO ZAIST

Cinese uccide la compagna e un bimbo di 3 anni: arrestato dall'Arma

E' successo attorno alle 10 di mercoledì 24 gennaio. L'uomo ha colpito la donna e il piccolo a colpi di mannaia

Cinese uccide la compagna e un bimbo di 3 anni: arrestato dall'Arma

CREMONA - Massacrati con la mannaia. La moglie lasciata sul balcone, in un lago di sangue. Il piccolo ospite, un bimbo di tre anni, figlio di amici, trovato agonizzante pochi metri più in là, con la testa quasi staccata. E’ morto poco dopo il ricovero all’ospedale. E’ un abisso di follia e di orrore quel che è avvenuto intorno alle 10 di mercoledì 24 gennaio nel palazzo Aler di via Fatebenefratelli 1/A, di fronte alla chiesa di San Francesco.

La furia omicida di Yongqin Wu , 50 anni, cinese, da tempo seguito dai servizi sociali e già in cura per problemi di natura psichiatrica (zoppica a seguito del tentato suicidio avvenuto anni fa, quando si è lanciato nel vuoto), è costata la vita alla moglie, una connazionale 46enne, Aizhu Chen e al piccolo Wen Jun Ye, portato a dormire in quella casa dai genitori, che lavorano in un negozio di via Giuseppina. Wu è stato arrestato dai carabinieri pochi minuti dopo l’aggressione, negli stessi istanti in cui il figlio tredicenne tornava in casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Gennaio 2018