il network

Martedì 18 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Fuga di monossido di carbonio, due intossicate in città

Madre e figlia sono state poi trasferite a Fidenza e trattate in camera iperbarica: sono fuori pericolo

Fuga di monossido di carbonio, due intossicati

*** AGGIORNAMENTO (ore 10)*** CREMONA - Non sono marito e moglie ma madre e figlia le due intossicate dal monossido, avvelenate dalla esalazioni ieri sera (sabato 20 intorno alle 23) in via Peri. Trattate in camera iperbarica al centro specializzato di Vaio di Fidenza, sono fuori pericolo. Nel corso dell'intervento di soccorso, gestito dai vigili del fuoco e dal 118, sono rimasti leggermente intossicati anche tre operatori sanitari. 

CREMONA - Fuga di monossido di carbonio, nella tarda serata di sabato 20, in un appartamento di via Peri. I residenti, stando a quanto si è appreso marito e moglie, sono rimasti intossicati e dopo le prime cure all'Ospedale Maggiore sono stati trasferiti nel centro specializzato di Fidenza e trattati in camera iperbarica. Non sarebbero in pericolo di vita. A rilevare la presenza del gas killer sono stati i vigili del fuoco. Sul posto i carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Gennaio 2018