il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Regionali, Lia a Beccara non sarà candidata dal Pd

Partito alla ricerca della seconda quota rosa. Abboccamenti in corso: se ne occupano direttamente Matteo Piloni e Andrea Virgilio

Regionali, Lia a Beccara non sarà candidata dal Pd

Lia a Beccara e la sede del Pd

CREMONA - Lia a Beccara non sarà la quarta candidata - e la seconda donna con Francesca Pontiggia - del Partito Democratico alle elezioni regionali. Fumata nera dopo gli incontri avvenuti in settimana. "In realtà - specifica a Beccara lasciando supporre anche un briciolo di polemica -, non ho ricevuto alcuna proposta di candidatura dal mio partito; mi è stato solo confermato che nel caso in cui io mi fossi candidata, avrei potuto contare sul supporto 'logistico' che viene offerto anche agli altri tre candidati. Magari, se avessi cominciato a pensarci con il giusto anticipo, sarei meglio riuscita a riflettere su questo eventuale futuro impegno e ad organizzare bene la campagna elettorale; a questo punto, a percorso già iniziato e con il mio lavoro che mi assorbe moltissimo e a cui non voglio togliere tempo, ritengo che presentarmi sia inopportuno e poco serio. Ringrazio in ogni caso le persone che mi hanno manifestato la loro vicinanza". Conseguenza: il Pd resta alla ricerca della seconda quota rosa. Abboccamenti sono in corso: se ne occupano direttamente il segretario provinciale Matteo Piloni (anche lui candidato) e il suo vice Andrea Virgilio. Ed è probabile, con la città già sufficientemente rappresentata da Luca Burgazzi e Francesca Pontiggia, che la ricerca del profilo giusto si concentri ora fra le amministratrici del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Gennaio 2018

Commenti all'articolo

  • Bissolotti

    2018/01/18 - 13:01

    E se fosse Elena Bernardini di Pizzighettone?

    Rispondi

  • Bissolotti

    2018/01/18 - 13:01

    Credo che se il PD si guardasse appena appena intorno si troverebbe la candidata ideale già pronta su di un vassoio d'argento: ELENA BERNARDINI, consigliere comunale a Pizzighettone.

    Rispondi

  • renzo

    2018/01/18 - 13:01

    Questo è il frutto di una legge assurda.

    Rispondi