il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


TESTIMONI PENDOLARI E STUDENTI CREMONESI

Un altro capotreno aggredito: ombrello spaccato sulla schiena

Convoglio fermo a Casalpusterlengo, a bordo polizia ferroviaria e carabinieri

Un altro capotreno aggredito: ombrello spaccato sulla schiena

Un altro capotreno, o forse un controllore  - lo scenario è ancora impreciso - sarebbe appena stato aggredito e minacciato con un ombrello, letteralmente spaccato sulla schiena dell'operatore, su un treno di ritorno da Milano e diretto a Piacenza. In questi istanti il convoglio è fermo a Casalpusterlengo e a bordo ci sono polizia ferroviaria e carabinieri. Testimoni dell'accaduto diversi passeggeri cremonesi, studenti e pendolari che sul convoglio, il regionale '20415', erano saliti perché il solo utile, utilizzando il cambio a Codogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Gennaio 2018

Commenti all'articolo

  • koglione

    2018/01/10 - 15:03

    inutile lamentarsi, non avete voluto lo ius soli. nelle mie intenzioni andava applicato immediatamente anche a chi arriva con i barconi, subito cittadinanza italiana così da non dover pagare cooperative e poterli trattare come veniamo trattati noi italiani, come poveri str...str...str... sudditi.

    Rispondi

  • vittorio

    2018/01/10 - 08:08

    Stupore dell'aggressore che si sta domandando in cosa ha sbagliato .

    Rispondi

  • NICOLA

    2018/01/09 - 20:08

    Forza Trenord, forza bel paese...non facciamoci sfuggire anche stavolta l'occasione per brillare!!!

    Rispondi

  • Antonio

    2018/01/09 - 18:06

    Adesso lo licenzieranno per aver rotto un ombrello ad un viaggiatore con la schiena?

    Rispondi

  • Alessandro

    2018/01/09 - 16:04

    Secondo il regolamento interno di Trenord S.p.a. nel capitolo "prestigio e decoro dell'azienda" l'ombrellata sulla schiena prevede il licenziamento del capotreno. Qualora l'aggressore non dovesse colpire esattamente la schiena ma altre parti del corpo, la sanzione a carico del capotreno aggredito è dimezzata, ovvero sospensione per un periodo di 6 mesi e multa di 3.000 €.

    Rispondi

    • Andrea

      2018/01/09 - 22:10

      Quoto in pieno.

      Rispondi