il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA STRAGE DELLA A21

"C'era una seconda auto", mistero e indagini

Ci sarebbe un’altra vettura coinvolta nello schianto: avrebbe ‘toccato’ la Kia dei francesi. Immagini e dati Telepass al vaglio degli inquirenti

"C'era una terza auto", mistero e indagini

La famiglia francese distrutta

Le vittime della strage sulla A21 sono state tutte identificate. E l’ipotesi di reato, seppure al momento supposta contro ignoti, è ormai delineata: sulla strage dell’A21, la procura della Repubblica di Brescia, nello specifico il sostituto procuratore Roberta Panico, ha aperto un fascicolo con ipotesi di reato di omicidio plurimo.

Eppure, non tutto è chiarito della dinamica dello schianto che ha innescato l’inferno di fuoco dello scorso martedì pomeriggio in autostrada. In particolare, al vaglio degli inquirenti, vale a dire gli agenti della polizia stradale di Brescia e di Cremona e del distaccamento di Montichiari, c’è la possibile presenza di una seconda vettura, che potrebbe essere stata coinvolta nella carambola fatale e che però non si sarebbe fermata. Il ‘sospetto’, a quanto pare allungato sulla tragedia di almeno una testimonianza ritenuta attendibile, è che quella macchina potrebbe avere per prima toccato la Kia francese rimasta poi incastrata tra il camion che la seguiva e che l’ha travolta e l’autocisterna che la precedeva in colonna lungo la corsia più lenta dell’autostrada, fra Poncarale e Brescia sud.  Immagini e dati Telepass al vaglio degli inquirenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Gennaio 2018