il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Inseguimento e speronamento nella notte in A21

Da Castelvetro Piacentino alle porte di Brescia. Venti minuti da film, carichi di adrenalina, in una nebbia fitta. Epilogo a Flero dove l'autista si è dileguato nei campi grazie a buio e nebbia

Inseguimento e speronamento nella notte in A21

CASTELVETRO - Rocambolesco inseguinento nella notte sull'autostrada A21, da Castelvetro Piacentino alle porte di Brescia. Venti minuti da film, carichi di adrenalina, in una nebbia fitta. Poi lo speronamento e la fuga dell'uomo al volante dell'auto inseguita. Una notte che ricorderanno a lungo gli agenti della polizia stradale di Cremona che alle 3,30, in servizio al casello di Castelvetro Piacentino, hanno intimato l'alt a una Alfa Romeo 147 che, anziché arrestarsi è schizzata come un razzo sulla rampa che porta alla carreggiata per Brescia. Gli agenti si sono messi subito all'inseguimento. Malgrado la scarsa visibilità, non più di cinquanta-sessanta metri, gli agenti del comando retto dal vicequestore aggiunto Federica Deledda sono riusciti a non perdere il contatto con il fuggitivo. Sono state sequenze per cuori forti: velocità elevata, le mani pronte a imbracciare le armi, la mente che ipotizza le possibili via di fuga e la radio usata di continuo per allertare i colleghi in servizio a Montichiari e Brescia. Una volta giunta a Brescia Sud l'Alfa Romeo ha imboccato l'uscita per poi infilarsi nella 'corda molle'. A quel punto nell'inseguimento erano coinvolte, oltre alla pattuglia di Cremona, una seconda pattuglia della polstrada (di Montichiari) e altri due equipaggi: squadra volante e Radiomobile dell'Arma, entrambi di Brescia. L'epilogo a Flero, in prossimità della tangenziale. Nel momento in cui due auto della polizia hanno affiancato l'Alfa, l'uomo alla guida, con una manovra repentina, ha speronato la vettura di Cremona. Poi ha arrestato la propria corsa in un fosso. Lì è sceso dall'abitacolo e si è dileguato nei campi, complice il buio e la nebbia. Per gli agenti a bordo dell'auto speronata nessuna grave conseguenza. Sono stati comunque visitati a scopo cautelare. L'auto è risultata pulita. Il fulcro è dunque l'uomo alla guida. Che non voleva essere intercettato a nessun costo. Perché?

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Gennaio 2018

Commenti all'articolo

  • Antonio

    2018/01/05 - 18:06

    Igor?

    Rispondi