il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


STRAGE IN A21

Legambiente: vanno verificati i protocolli di sicurezza e cercate le cause dell'incidente

Dario Balotta: c'è da chiedersi come mai dopo il primo tamponamento non sia stato attivato il servizio di safety car

Legambiente: vanno verificati i protocolli di sicurezza e cercate le cause dell'incidente

"Il gravissimo incidente avvenuto ieri sull’A21 nei pressi di Manerbio ripropone con forza il tema della sicurezza autostradale - afferma Dario Balotta, responsabile trasporti Legambiente Lombardia -. Non è per nulla certo che la causa dell’incidente sia ascrivibile ad una distrazione del conducente del mezzo pesante che ha tamponato l’auto e poi l’autocisterna. C’è da chiedersi come mai, dopo il primo tamponamento che ha portato alla chiusura dell’autostrada, non si sia attivato il servizio di Safety car da parte delle strutture autostradali, mentre la gestione dell’emergenza è rimasta in capo solo alla Polstrada. Va inoltre verificato se il camion che ha schiacciato l’autovettura francese era sovraccarico di peso e se il camionista aveva rispettato le ore di guida al volante previste dalla normativa. C’è da chiedersi inoltre se la Centropadane sia dotata o meno di specifiche procedure e protocolli che assicurano il coordinamento operativo in caso d’emergenza. Va verificato infine se debbano essere migliorati e maggiormente condivisi i protocolli di sicurezza con tutti gli Enti, Polstrada, provincia, Pompieri eccetera".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

03 Gennaio 2018