il network

Mercoledì 19 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Dal 16 gennaio al via le iscrizioni alle scuole infanzia comunali

Si possono fare anche online ed è necessario presentare la documentazione sull’obbligo vaccinale

Dal 16 gennaio al via le iscrizioni alle scuole infanzia comunali

CREMONA - Al via, dal 16 gennaio prossimo, le iscrizioni alle scuole infanzia comunali per l'anno scolastico 2018/2019. Sarà possibile farle sino a martedì 6 febbraio, in concomitanza con l’apertura delle iscrizioni alle scuole infanzia statali e alle scuole primarie. Anche quest’anno vi è la possibilità di effettuare le iscrizioni anche online tra le ore 8 del 16 gennaio e le ore 20 del 6 febbraio 2018. Tale modalità, introdotta lo scorso anno e riproposta per facilitare gli utenti, è del tutto analoga a quella cartacea, ma offre il vantaggio di poterla fare negli orari in cui gli uffici comunali sono chiusi.

Per l’iscrizione online è innanzitutto necessario registrarsi ai servizi online, presenti sul sito del Comune di Cremona, tramite CRS/CNS (Carta Regionale o Nazionale dei Servizi) oppure tramite registrazione manuale. La registrazione la si può fare in qualsiasi momento; si consiglia tuttavia di registrarsi il prima possibile in quanto la procedura può richiedere qualche giorno lavorativo per concludersi. Una volta ottenute le credenziali di accesso si può procedere. È stata comunque predisposta una guida per aiutare l'utente in ogni passaggio. L'iscrizione online si affianca a quella tradizionale, da effettuare recandosi agli uffici del Settore Politiche Educative di via del Vecchio Passeggio, a disposizione per ogni chiarimento.

Si ricorda inoltre che, in ottemperanza a quanto previsto dalla legge n. 119, del 31 luglio 2017, relativa all’obbligo vaccinale, è necessario che i genitori, i tutori o i soggetti affidatari dei bambini per i quali si richiede l’iscrizione, consegnino, contestualmente alla domanda di iscrizione, la documentazione che attesta una delle seguenti condizioni, alternative tra loro: attestazione delle vaccinazioni effettuate rilasciata dall’ASL (o ASST); certificato vaccinale rilasciato dall’ASL (o ASST) o copia del libretto vaccinale vidimato dall’ASL (o ASST); copia della richiesta di vaccinazione; attestazione del differimento o dell’omissione delle vaccinazioni per motivi di salute redatta dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta del Servizio Sanitario Nazionale (SSN); attestazione di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale, rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta del SSN, oppure copia della notifica di malattia infettiva rilasciata dalla azienda sanitaria locale competente. La documentazione può essere sostituita da una dichiarazione resa ai sensi del DPR n. 445/2000 e poi presentata entro il 10 luglio 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

03 Gennaio 2018