il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA STORIA

E' morto il partigiano-eroe che salvò i cremonesi

Oggi l’addio a Naples Ferraresi, l’interprete che ingannò i nazisti. Più di cento cittadini erano destinati alle deportazioni

E' morto il partigiano-eroe che salvò i cremonesi

Naples Pietro Ferraresi durante il servizio militare

E’ morto Naples Pietro Ferraresi, l’uomo che sotto al Torrazzo dopo l’armistizio salvò almeno un centinaio di cremonesi dai campi di sterminio nazisti e dal carcere duro. Il partigiano nella brigata ‘Primula Rossa’, è morto domenica nella sua casa di San Marino. Aveva 94 anni. I funerali si svolgeranno questa mattina alle 11 nella chiesa della frazione. Sarà sepolto nella tomba di famiglia al cimitero di Cremona. Una vita, fatta di duro lavoro, tanti viaggi all’estero, arte (in tarda età era stato anche un valente pittore), ma soprattutto di grande altruismo e umanità. Si chiamava ‘Naples’, come la nave inglese che durante la prima guerra mondiale salvò suo padre che si trovava a bordo di un cargo austriaco che stava affondando. E lui chiamò il figlio così, aggiungendo il secondo nome ’Pietro’. Ha solo 16 anni quando Naples Pietro va a lavorare a Berlino come dipendente di una gioielleria. Impara benissimo il tedesco e così’ quando rientra in Italia per svolgere il servizio militare, i tedeschi lo utilizzano come validissimo interprete. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Gennaio 2018