il network

Venerdì 16 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA BRESCIANA

Cucciolo investito a Orzi, i padroni: 'Il ‘pirata’ della strada si penta, ma si faccia qualcosa per questa strada infernale'

Benji ucciso da un’auto oltre il limite: 'Al suo posto poteva esserci un bimbo'. Solidarietà sui social e appello al Comune, i veicoli sfrecciano vicini a centinaia di studenti

Cucciolo investito a Orzi, i padroni: 'Il ‘pirata’ della strada si penta, ma si faccia qualcosa per questa strada infernale'

ORZINUOVI - «Hanno ucciso il nostro cane. Ma al suo posto, domani, potrebbe esserci un bambino. Il ‘pirata’ della strada si penta, ma il Comune faccia qualcosa per questa strada infernale». Così i padroni di Benji, un cagnolino travolto nei giorni scorsi da un’auto (che non s’è fermata) in via Giovanni XXIII. I residenti hanno perso un pezzo di cuore, chiedono giustizia e iniziano una nuova lotta: «Qui passano centinaia di bimbi ogni giorno e le auto sfrecciano. Speriamo che la morte di Benji non sia stata vana».

Sono le 17 del giorno di Natale. Benji scappa di casa. Un’auto passa a quasi 100 all’ora sulla strada di paese, forse con un conducente ubriaco, e lo investe. Morirà poco dopo dal veterinario di Coccaglio. Le telecamere sono accese, i vigili informati. Ora si cerca il responsabile, anche se i padroni chiedono redenzione: «Poteva essere un bambino, mettiti la mano sulla coscienza. Non per la multa da 1.500 euro ma per dignità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

29 Dicembre 2017