il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. IL CASO

Stagnati: "Mi dispiace per la frase, non sono razzista"

Parla il capotreno pestato e derubato il 23 settembre sul Brescia-Cremona, licenziato da Trenord per aver insultato e morso l'aggressore

Stagnati: "La mia verità"

L'aggressione subita sul treno da Giordano Stagnati

CREMONA - Venticinque anni, un diploma da tecnico della gestione aziendale, Giordano Stagnati ha sempre desiderato lavorare sui treni. Ci è riuscito, diventando capotreno, poi il 23 settembre scorso, sul regionale partito da Brescia e diretto a Cremona, ha reagito all’aggressione di un senegalese che non aveva pagato il biglietto. E che lo ha rapinato dei beni aziendali: palmare e pos. Il 13 dicembre Trenord lo ha licenziato per aver detto al senegalese ‘negro di m...’ e per avergli morso il braccio nel tentativo di difendersi dalla rapina.

Si aspettava il licenziamento? «No. Sapevo che poteva essere possibile. Mi dispiace perdere un lavoro così importante. Un procedimento disciplinare poteva starci, non il licenziamento così a bruciapelo. Con il mio avvocato Massimiliano Cortellazzi presenterò a breve il ricorso al giudice del lavoro».

Trenord l’accusa di ‘aver espresso affermazioni ingiuriose all’indirizzo dell’etnia del viaggiatore’. «Purtroppo quella frase l’ho detta, mi dispiace, ma non era mia intenzione. Io non sono razzista. Purtroppo, nella concitazione mi sono lasciato andare a quell’uscita poco felice. Nel video non compaiono le frasi che questo ragazzo mi ha riferito e che sono altrettanto gravi».

Quali frasi? «‘Italiano di m...’, ‘bastardo’, ‘razzista’ e altre sempre su questo tono. Io ho cercato di mantenere la calma, lui continuava imperterrito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Dicembre 2017

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2017/12/22 - 17:05

    Di cosa ti devi dispiacere Stagnati?? Di una anti-Italia razzista al contrario e garantista di luridi delinquenti come questo sub-umano che ti ha pestato?? Se il benservito che hai avuto è questo, dovevi lasciarti derubare anche la divisa e fregartene, altro che rischiare la vita è tutelare i loro beni, per poi ricevere il definitivo calcio nel sedere ed essere sbattuto in mezzo ad una strada!!!

    Rispondi

  • arcelli

    2017/12/22 - 13:01

    Totale e massima solidarietà a questo ragazzo e vergogna per TRENORD che gestisce in modo osceno un trasporto degno da terzo mondo. I vertici della società pensino a rilanciare questo patetico carrozzone invece che occuparsi in modo strumentale di una vicenda grottesca. Treni lerci,rotti vecchi di 30-40 anni e pieni di gentaglia che nemmeno paga il biglietto e pensa di essere nella savana. TRENORD VERGOGNA

    Rispondi

  • They

    2017/12/22 - 06:06

    Questi viaggiano a sbafo e per di più vengono tutelati dai dirigenti della società che danneggiano? Bisogna licenziare i dirigenti e alzare di grado il capotreno!

    Rispondi

  • renzo

    2017/12/21 - 21:09

    Forza, penso che tantissima gente sia con te, speriamo in una giustizia per una volta giusta, e che la direzione di Trenord ritorni sui suoi passi. Effettivamente il licenziamento sembra una misura eccessiva, in fin dei conti è la reazione ad una "provocazione" , e non viceversa.

    Rispondi