il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

'Le polizze non esistono'. Clienti truffati, spariti 500mila euro

Il titolare dell'agenzia Generali di via XX Settembre ha denunciato il suo sub agente Romani, molto noto in città

Le polizze non esistono. Clienti truffati, spariti 500mila euro

Franco Romani, sub-agente di Generali a Cremona e Pontevico

CREMONA - Un cliente ha chiesto il riscatto della polizza per pagare le tasse. La polizza non è mai esistita. E’ così che è scoppiata la bomba sulla maxi-truffa architettata da Franco Romani, 62 anni, sub agente di Generali Italia Spa, Agenzia Cremona Venti Settembre, in corso XX Settembre, civico 65, e Agenzia Pontevico. Romani si sarebbe intascato più di 500mila euro negli anni, ma la cifra è destinata a salire e di molto. Infatti, per ora sono state esaminate cento posizioni dei suoi 590 clienti, e di queste, quaranta sono risultate irregolari. I clienti truffati sono sia cremonesi sia della bassa bresciana, le zone affidate al sub-agente. Uno choc. Romani è molto conosciuto in città, in particolare nel mondo del basket, essendo stato allenatore della Ju-Vi in serie B. Un fulmine a ciel sereno per Angelo Ronca, da trent’anni responsabile dell’Agenzia di corso Settembre (già Assicurazioni Generali spa- agenzia principale di Cremona est). Romani vi lavorava da quasi vent’anni (è stata assunto il primo marzo del 1999), percependo uno stipendio mensile di almeno 5-6mila euro, tra fisso e provvigioni. Scoperto lo scandalo, due giorni fa Ronca, assistito dall’avvocato Marco Gamba, ha presentato in procura una querela (una ventina di pagine), ipotizzando i reati di appropriazione indebita aggravata dall’abuso di prestazione d’ufficio e di truffa aggravata continuata. Una querela destinata ad essere integrata, qualora emergeranno altre posizioni irregolari al vaglio di Ronca e della Compagnia assicurativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Dicembre 2017

Commenti all'articolo

  • marco

    2017/12/22 - 08:08

    Non capisco una cosa , questo lo buttate in pasto ai lupi con addirittura la foto e quel mostro che vendeva carne marcia a castelvetro non avete mai messo il cognome .... amico di qualcuno di voi ?

    Rispondi

    • 2017/12/22 - 08:08

      le generalità vengono pubblicate quando sono rese pubbliche dall'autorità giudiziaria o dalle forze di polizia.

      Rispondi

      • Fabio

        2017/12/22 - 12:12

        Penso che le autorità dovrebbero fornirle anche per chi avvelena la gente! Non e' una "semplice" truffa ma qualcosa che attenta alla vita della gente!

        Rispondi