il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Stradivari davanti al David: “Incontro tra geni che riempie di orgoglio"

Successo per Cremona a Firenze in occasione di 'String City '

Stradivari davanti al David: “Incontro tra geni che riempie di orgoglio"

“È un incontro tra due geni, tra due mani sapienti, tra due eccellenze italiane. Abbiamo portato lo Stradivari a suonare davanti al David di Michelangelo. Un privilegio e una meraviglia che riempiono Cremona, Firenze e il nostro paese di orgoglio”. Sono state le parole del sindaco e presidente della Fondazione Museo del Violino Gianluca Galimberti, sabato 2 dicembre a Firenze accompagnato dalla direttrice Virginia Villa e dal curatore Fausto Cacciatori, per il concerto ‘cremonese’ in occasione di Strings City, maratona di due giorni con 80 momenti di musica a corda per 50 ore in oltre 50 luoghi organizzata dal Comune di Firenze. Il bravissimo violinista ungherese Kristof Baráti ha suonato il violino di Antonio Stradivari ‘Lam, ex Scotland University' 1734’, affidato dai proprietari Eva ed Arthur Lerner-Lam al Museo del Violino, ai piedi della bellissima statua del David di Michelangelo presso le Gallerie dell’Accademia di Firenze.

E’ il secondo anno consecutivo che Cremona è protagonista a Strings City. Un momento unico al mondo, molto apprezzato, alla presenza di Cristina Giachi, vicesindaco di Firenze, Tommaso Sacchi, capo segreteria Cultura del Comune, Cecilie Hollberg, direttrice delle Gallerie dell’Accademia che sono sede anche del Museo degli strumenti musicali di Firenze dove sono esposti molti manufatti appartenenti alla collezione storica del Conservatorio Luigi Cherubini. “Anche a partire da questo straordinario evento e dall’incontro con le Gallerie dell’Accademia, continuiamo a lavorare con Firenze perché il nuovo Rinascimento parte da territori protagonisti e che lavorano insieme”, il commento del sindaco di Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

04 Dicembre 2017