il network

Mercoledì 26 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONESE, OGLIO PO E BASSA PIACENTINA

Sgominata la banda dei supermercati, sette arresti

Hanno colpito, oltre che nel Parmense, a Caorso, Cingia de' Botti e Viadana

Sgominata la banda dei supermercati, sette arresti

Sgominata una banda di ladri accusata di aver messo a segno colpi anche in punti vendita della Bassa Piacentina (in particolare al supermercato Di Più di Caorso), nel Cremonese e nell'Oglio Po. La squadra mobile di Parma ha arrestato sette moldavi. Hanno tutti precedenti penali specifici e ora sono accusati di furto aggravato e furto pluriaggravato, ricettazione, porto di strumenti atti ad offendere, tentata rapina aggravata. Altre sei persone risultano indagate a piede libero e si tratta di quattro moldavi e due italiani.

La maggior parte dei furti assegnati alla gang (almeno una ventina quelli certificati) risulta messa a segno nella provincia di Parma, ma in elenco risulta appunto anche il raid dello scorso giugno al market caorsano. Altre razzie e tentate razzie hanno interessato la provincia di Cremona, in particolare secondo gli inquirenti la gang sarebbe entrata in azione alla tabaccheria ‘Lorenzini’ di Cingia De Botti il 29 giugno scorso. Anche in questo caso un tentativo andato a vuoto. A segno invece, il raid al  Bar Caffè Viadana del 2 agosto,

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Novembre 2017

Commenti all'articolo

  • Fabio

    2017/11/29 - 06:06

    Impacchettarli e rimandarli a casa loro per apprezzare le loro prigioni?

    Rispondi

  • vittorio

    2017/11/28 - 09:09

    Non dimentichiamoci mai che l'Italia è l'unico paese che permette di fatto un turismo delinquenziale senza alcun rischio di andare in galera . Male che vada perdono un po' di tempo aspettando il primo GIP libero che li scarceri .

    Rispondi

  • mario

    2017/11/28 - 08:08

    Siamo veramente un paese da barzeletta.... che non fa ridere, però... dalla somma di reati direi che i nostri solerti magistrati (che gliene frega a loro dei delinquenti in libertà, hanno gli autisti e le scorte, loro...) infliggeranno una severissima pena di un anno e tre mesi o giù di li, dopo di che li inviteranno gentilmente, senza fretta, nel termine di una settimana, a tornarsene nel loro paese... o giù di li...

    Rispondi

  • They

    2017/11/28 - 06:06

    Sette moldavi pluripregiudicati! Che ci fanno in Italia?

    Rispondi