il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Anziana scomparsa nel nulla, segnalazioni vicino al carcere

Lunedì 6 novembre nell'intervallo di tempo di attesa tra l'arrivo e l'avvio della procedura per il ricovero. Forze di polizia impegnate nella ricerca

In ospedale coi parenti, anziana scomparsa nel nulla

Luigia Maria Rocca

CREMONA - Ancora nessuna traccia dell'anziana scomparsa lunedì 6 novembre dall'ospedale Maggiore. Ma ora, con le forze di polizia impegnate nelle ricerche dentro e fuori il polo sanitario, si apprendono maggiori particolari. La donna è una 79enne di Volongo e si chiama Luigia Maria Rocca. E' alta circa un metro e 55 e al momento della scomparsa indossava giacca e pantaloni blu, scarpe marroni. Era in stato confusionale: "Non si si sentiva bene da un paio di giorni e per questo l'abbiamo accompagnata in ospedale", spiegano i parenti. Erano le 14. Pioveva. E la figlia, dovendo parcheggiare e non volendo che la madre si bagnasse, l'ha lasciata nei pressi dell'accesso più esterno del Pronto soccorso, quello che si raggiunge seguendo la linea verde. "Resta qui che posteggio e torno". Ma al ritorno, la cremonese era svanita nel nulla. Sono scattate le prime ricerche, con l'aiuto del personale del Maggiore e delle guardie giurate. Nulla. E il problema è che sono state ore di freddo e pioggia. La speranza, insomma, è che l'ultrasettantenne possa essere comunque entrata in ospedale e non aver trascorso la notte all'adiaccio. Le ricerche sono serrate. Se ne occupano tutte le forze di polizia. Si stanno passando al setaccio reparti, corridoi, stanze e sotterranei del Maggiore e si stanno visionando le immagini registrate dalle telecamere del circuito di videosorveglianza nella speranza di individuare un elemento utile a restringere il raggio delle ricerche. 

In merito, l'ASST Cremona ha emesso un comunicato: "In riferimento alla notizia della signora allontanatasi spontaneamente nel pomeriggio lunedì 6 novembre da uno dei punti di accesso dell’Ospedale di Cremona, la Direzione dell’ASST di Cremona precisa che: la signora non si è presentata in Pronto Soccorso e non ha effettuato alcun accesso formale alla struttura ospedaliera. Nella piena comprensione dello stato d’animo dei familiari, gli uffici e gli operatori preposti stanno collaborando operativamente con le forze dell’ordine impegnate nella ricerca".

Il piano di ricerche al momento attuato, disposto dalla prefettura che lo coordina, è quello ‘ordinario’. Significa che sono mobilitati in forze carabinieri, polizia, pompieri e vigili — la fotografia della 79enne è stata diramata a tutte le pattuglie del territorio — ma non, almeno per il momento, i nuclei speciali come quelli cinofili piuttosto che i vigili del fuoco con il reparto elicotteristi.
«La tipologia di scomparsa — si spiega — lascia pensare che la signora possa trovarsi in città e non in una zona particolarmente complicata da scandagliare, come potrebbe essere un fiume piuttosto che una montagna o un bosco. E per questo si ricorre ad un assetto ordinario». In campo, comunque, ci sono tutti gli uomini e i mezzi a disposizione.
E l’impressione, visto che l’interno dell’ospedale è stato ormai passato al setaccio più volte, è che Maria Luigia Rocca possa trovarsi all’esterno. L’ipotesi peggiore, considerate le sue condizioni di salute e il quadro climatico. Potrebbe aver vagato, l’anziana. E lo lascia supporre l’unica segnalazione al momento ricevuta e ritenuta attendibile: è stata messa a verbale e l’ha rilasciata un’infermiera del Maggiore, che ha spiegato di aver visto lunedì pomeriggio poco dopo le 16, mentre in auto tornava a casa a fine turno, una donna camminare sola sotto la pioggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

07 Novembre 2017