il network

Venerdì 21 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Il bike sharing a flusso libero sbarca a Cremona, ecco dettagli e postazioni

Da martedì 7 novembre arrivano 300 bici targate Mobike

Il bike sharing a flusso libero sbarca a Cremona, ecco dettagli e postazioni

CREMONA - Il servizio di bike sharing a free flow (flusso libero) Mobike sbarca a Cremona, prima città al mondo sotto i 500 mila abitanti ad implementare questo tipo di bike sharing, ed oggi presente in Italia, dallo scorso mese di settembre, nelle città metropolitane di Milano e Firenze con grande successo. Dopo Milano, Cremona è dunque la seconda città della Lombardia ad ospitare questa nuova modalità di spostamento, una grande opportunità.

L'avvio della sperimentazione di questo nuovo servizio, è stato annunciato oggi nel pomeriggio nel corso di una conferenza stampa a SpazioComune, alla quale sono intervenuti Alessia Manfredini, Assessore all'Ambiente e alla Mobilità del Comune di Cremona, e Davide Lazzari, responsabile Relazioni Esterne di Mobike. Erano inoltre presenti l'Assessore con delega al Turismo Barbara Manfredini, il consigliere comunale Filippo Bonali, Marco Pagliarini, dirigente del Settore Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Cremona, e Piercarlo Bertolotti, Presidente FIAB Lombardia.

“Cremona ha fatto una scelta chiara in questi anni, puntare  sulla mobilità sostenibile, con la realizzazione di nuovi percorsi ciclabili, l'implementazione del piedibus e la promozione del mobilità pedonale. A nome dell'Amministrazione comunale ringraziamo Mobike per aver deciso di iniziare a sperimentare nelle piccole città, partendo proprio da Cremona, questo innovativo servizio di bike sharing a flusso libero che si aggiunge al bike sharing attivo dal 2014”, ha dichiarato l'Assessore Alessia Manfredini aprendo la conferenza stampa.

“Cremona è una città che si percorre facilmente a piedi e a misura di bici. L'Amministrazione da due anni si è dotata di un Biciplan, c'è poi il bando sulla mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro, e con le nuove piste ciclabili in sicurezza sarà ancora più facile e rapido scegliere le due ruote per spostarsi da una parte all’altra. Penso al parco al Po, alle Colonie Padanie riqualificate, al campeggio, ma anche all'ospedale e al Polo Tecnologico oltre al centro, al Museo del Violino e alla stazione ferroviaria. Una scelta ecologica e una svolta culturale che, attraverso le app, fanno di Cremona una ‘smart city’: è infatti strategico investire nella mobilità sostenibile nelle città, anche per l'aspetto turistico, come la nostra”, ha concluso l'Assessore invitando i cittadini a collaborare per un uso corretto di queste biciclette, che non hanno bisogno di rastrelliere: uno sforzo minimo, nel rispetto delle regole e con senso civico.

“Cremona è una città che rappresenta arte, cultura e musica. Girare per questa città con Mobike sarà un'esperienza speciale. Con un design accattivante, tecnologia IoT (Internet of Things) e una facilità di utilizzo del servizio, le biciclette Mobike si apprestano ad entrare nella quotidianità dei cittadini cremonesi. Non occorreranno più postazioni fisse e predeterminate per riporre le biciclette Mobike, ma potranno essere utilizzate in libertà e condivisione: tutto questo sempre nel rispetto del Codice della strada e dello spazio pubblico. Il connubio tra arte storia e tecnologia rendono Cremona una una città' innovativa al passo con i tempi e che si muove velocemente. Grazie anche alla sua posizione strategica, il clima ideale e la vicinanza al Po, Cremona è una città ideale per l'uso della bicicletta”, ha detto tra l'altro Davide Lazzari, responsabile Relazioni Esterne di Mobike.

“Mobike - ha aggiunto Davide Lazzari - sta avendo un successo internazionale. Con più di 7 milioni di biciclette, nel mondo, e migliaia di km percorsi ha contribuito a cambiare gli split modali delle città. In Italia, nelle città di Milano e Firenze, si contano migliaia di utenti che, quotidianamente, utilizzano questo "servizio di mobilità" in alternativa alla macchina e/o in aggiunta al trasporto pubblico locale. Abbiamo la consapevolezza che accadrà lo stesso nella città di Cremona”.

La sperimentazione, della durata di tre mesi, avverrà con 300 biciclette: 180 saranno posizionate martedì 7 novembre, 120 mercoledì 8 novembre con la collaborazione dei tecnici dei competenti uffici comunali. Da parte di Mobike sono stati presentati gli abbonamenti e la tariffa promozionale di euro 0.30 ogni mezz’ora di utilizzo al servizio. Negli stessi giorni, a cura di Mobike, verranno distribuiti volantini per pubblicizzare l'iniziativa e spiegare come funziona il servizio. Sono state individuate le seguenti postazioni, che saranno indicate da segnaletica orizzontale, dove si troveranno le biciclette da utilizzare: di fronte all'ingresso della stazione ferroviaria; in via Dante, presso la scultura L'anima della città; in piazza Marconi, lato nord; in piazza della Pace; all'ospedale, a destra dell'ingresso; al Polo Tecnologico; alle Colonie Padane; al campeggio e al parco al Po.

Per maggiori informazione su come utilizzare le bici di Mobike si veda al sito https://mobike.com/it/

06 Novembre 2017