il network

Sabato 22 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Nel 2018 interventi su palazzo Grasselli ed ex Supercinema

Ecco le opere previste dalla giunta nel Piano Opere Pubbliche 2018: investimenti anche per la sicurezza di scuole e strade

Nel 2018 interventi su palazzo Grasselli ed ex Supercinema

Palazzo Grasselli a Cremona

CREMONA - Continua l’investimento su scuole, palazzi storici e edilizia residenziale pubblica. Prosegue la manutenzione di strade e marciapiedi e la realizzazione di piste ciclabili. Con alcuni importanti e significativi interventi: la restituzione alla città dello spazio dell’ex Supercinema in via Goito, il progetto su San Felice, l’illuminazione pubblica e la messa in sicurezza dei percorsi casa-scuola e casa-lavoro.

La Giunta comunale ha adottato lo schema di Programma Triennale delle Opere Pubbliche che per il 2018 ammonta a quasi 18 milioni di opere (17.995.426 per la precisione) di cui 6.439.010 a carico del Comune di Cremona e 12 milioni circa vincolati e intercettati attraverso bandi nazionali, regionali ed europei e da privati.

Sulle scuole, l’investimento per il 2018 ammonta complessivamente 1 milione 380mila euro e comprende ancora interventi riguardanti la manutenzione e la sicurezza degli edifici scolastici (antisismica e prevenzione incendi) e riqualificazioni. Dopo l’importante intervento alla palestra della scuola Stradivari che partirà entro l’anno in corso, la Giunta ha previsto nel 2018 i lavori di riqualificazione ed adeguamento della palestra della scuola primaria Trento Trieste per 185mila euro.
Per quanto riguardo il patrimonio, previsti i lavori a Palazzo Grasselli (470mila euro), a Palazzo Affaitati (100mila euro) e all’edilizia residenziale pubblica per complessivi 2 milioni 430 mila euro. Importante l’investimento sul quartiere San Felice che, dentro il bando periferie del Governo, sarà destinatario di un investimento di 7 milioni.
Nel Piano Opere Pubbliche, sul 2018, anche il rifacimento delle fognature a Gerre Borghi finanziato dall’Ato (450mila euro).
Sull’ambito mobilità, previsti per il prossimo anno i lavori per l’accessibilità ciclabile al parco Po (40mila euro), dentro il progetto di Vento (Venezia-Torino), la prima realizzazione delle ciclabili tra viale Trento Trieste, via Mantova, via Brescia e via Bergamo (nel 2018 690mila euro di cui a carico del Comune 345mila euro), la sistemazione di un pezzetto del comparto di via Dante (quello davanti alla stazione dei Carabinieri) per 30mila euro, la manutenzione di strade e marciapiedi con attenzione alle strade in pietra (corso Garibaldi) per 1 milione e mezzo di investimento e , dentro il programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro, la messa in sicurezza dell’accesso della scuola per infanzia S. Giorgio in via S. Maria in Betlem (37.480 euro), i percorsi piedibus delle scuole primarie cittadine (74.680 euro) e la realizzazione di zone 30 in città (36.760 euro).
Tra le opere pubbliche del 2018 anche la sistemazione dell’area ex Supercinema di via Goito (100mila euro) e la quota parte del Comune per la riqualificazione dell’intera rete di illuminazione pubblica (240mila euro).

"Un piano che risponde alla nostra idea di città - è il commento dell’Amministrazione comunale - Una città che riparte dalle scuole, dalla manutenzione e dalla cura dell’esistente, dal recupero di spazi importanti e del patrimonio che vengono dopo anni restituiti ai cittadini, come l’area di via Goito o palazzo Grasselli. Una città che torna ad investire sull’illuminazione, grande e strutturale opera pubblica, e che continua a favorire la mobilità sostenibile di ciclisti e pedoni. Una città attenta anche alle periferie con il progetto San Felice o gli interventi sull’edilizia residenziale pubblica. All’interno di un contesto difficile di bilancio comunale, come Amministrazione abbiamo lavorato facendo delle scelte di priorità e intercettando finanziamenti esterni dentro bandi e progetti”.

28 Ottobre 2017