il network

Martedì 13 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

'Daspo urbano', ora monta il dissenso

"Stretta repressiva e discriminanante"

'Daspo urbano', ora monta il dissenso

I vigili durante un intervento di contrasto al commercio abusivo

CREMONA - Eccola, la bozza del nuovo ‘Regolamento di polizia locale e convivenza civile’ elaborata dall’amministrazione e dalla struttura tecnica del Comune tenendo conto delle linee guida nazionali: è il testo, nero su bianco, del ‘Daspo urbano’ — una delle misure decise dal governo con il decreto legge Minniti — ed è pronto per essere adottato dalla Municipalità con l’obiettivo di incrementare i parametri di sicurezza aumentando il contrasto al degrado in ambito urbano. La prima parte è tecnica: capitolo uno dedicato alle disposizioni generali e agli obiettivi e secondo alle modalità di concessione delle autorizzazioni. Poi il cuore del disciplinare. È una bozza che fa discutere. Politicamente: ad oggi, non è stato ancora raggiunto in maggioranza un accordo sui contenuti presentati dall’assessore Barbara Manfredini.
Ma anche sul fronte del commercio si alza il dissenso. In particolare, scende preventivamente sulle barricate Confesercenti, che contesta in generale un documento definito, «repressivo, discriminante e controproducente» e, in particolare, «le nuove regole per la somministrazione di bevande in centro, penalizzanti per tutti gli operatori». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

29 Settembre 2017