il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Bullismo in classe, lettera dei genitori: "E' solo l'ultimo di una serie di problemi"

"Siamo esasperati, scuola incapace di gestire il problema. Impossibile portare avanti il percorso scolastico, incolumità dei bambini a rischio". Dopo la squadra mobile, si è mossa la Prefettura

Bullismo in classe, lettera dei genitori: "E' solo l'ultimo di una serie di problemi"

CREMONA - Dopo la squadra mobile, si è mossa anche la prefettura in seguito a quanto successo nei giorni scorsi in una scuola di Cremona, quando, sconvolto dopo una zuffa in classe con un compagno, un bambino ‘fragile’ è salito sul davanzale della finestra minacciando di buttarsi giù, davanti agli occhi atterriti dei compagni. Lunedì 18 settembre negli uffici della prefettura si sono confrontati il dirigente dell’istituto dove si sono svolti i fatti e il responsabile dell’Ufficio scolastico territoriale, Franco Gallo. E’ stato un vertice molto interlocutorio — si apprende — durante il quale sono state sensibilizzate le parti ed è stata chiesta alla scuola una relazione su quanto accaduto.

Poco prima del ‘vertice’, a scrivere una lettera molto dura all’Ufficio scolastico territoriale erano stati alcuni genitori che, «esasperati dalla situazione della classe», lamentavano «l’incapacità della scuola di gestire il problema». I genitori, confermando nei dettagli il drammatico episodio dei giorni scorsi, sottolineano che «è solo l’ultimo di una serie di eventi che rendono impossibile qualunque percorso scolastico, oltre che pregiudicare l’incolumità fisica dei nostri figli». Si legge ancora nella lettera: «Di fronte ad un episodio del genere, la scuola ha negato qualunque contatto e comunicazione con le famiglie. Siamo stati noi a presentarci a scuola per chiedere lumi ai responsabili dell’istituto, dopo aver cercato inutilmente di contattare il dirigente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Settembre 2017

Commenti all'articolo

  • They

    2017/09/20 - 06:06

    Il quadro di quanto succede in Italia anche al di fuori dell'ambito scolastico: tutelare chi non se lo merita a scapito della maggioranza di persone oneste che devono subire e starsene zitte. Questo è il famoso "buonismo"

    Rispondi

  • vittorio

    2017/09/19 - 11:11

    Ma cosa sta succedendo alle istituzioni italiane ? Responsabili (irresponsabili ) che non sanno gestire alcuna situazione . L'incompetenza di dirigenti scolastici , la paura dei docenti di ritorsioni da parte dei genitori di scolari "difficili ", il terrore di essere considerati dei discriminatori nel prendere decisioni necessarie anche se dolorose.

    Rispondi