il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Abusi su baby calciatori, chiesto il rinvio a giudizio

E' fissata per il 15 dicembre prossimo l' udienza preliminare per Giuseppe Garioni ex storico presidente del Torrazzo e della onlus Viscontea

Sicurezza in tribunale - Sorpresi dal servizio in tv

CREMONA - Ieri la procura ha chiesto il rinvio a giudizio di Giuseppe Garioni, l'ex storico presidente del Torrazzo e della onlus Viscontea, che avrebbe abusato di alcuni minori, baby calciatori. E' fissata per il 15 dicembre prossimo l'udienza preliminare davanti al gup Letizia Platè. Garioni ha sempre negato l'accusa di violenza sessuale.

L’udienza preliminare - fissata il 15 dicembre prossimo -, davanti al gup Platè, Garioni (assistito dagli avvocati Michele Tolomini e Luigi Frattini) dovrà difendersi dall’accusa di violenza sessuale. E’ riassunta in cinque pagine di capo di imputazione l’indagine choc della squadra mobile avviata nell’agosto del 2016 in seguito ad una denuncia. I poliziotti hanno raccolto numerose testimonianze e svolto un’attività di intercettazione telefonica ed ambientale. Era il 14 dicembre di un anno fa, quando l’insospettabile numero uno della storica società dilettantistica con un passato in politica, funzionario dell’amministrazione provinciale, finì agli arresti domiciliari, prelevato alle otto del mattino nel suo ufficio. Lo stesso dove è poi tornato a lavorare. Dallo scorso febbraio, Garioni ha il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione dalle otto di sera alle sei del mattino. E il divieto di frequentare oratori, associazioni sportive, scuole.

Leggi di più su La Provincia in edicola oggi 19 settembre 2017.

18 Settembre 2017