il network

Mercoledì 14 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


PREVISIONI METEO

Segnali d’autunno, nuovi temporali in arrivo

Ferrara (3bmeteo) “Si chiude la seconda estate più calda di sempre sull’Italia, nei prossimi giorni nuovi acquazzoni e temporali, temperature mai eccessive. Attenzione al weekend”

Segnali d’Autunno, nuovi temporali in arrivo

CREMONA - “L’anticiclone delle Azzorre che ha riportato la stabilità atmosferica sull’Italia è destinato ad indebolirsi aprendo le porte ad una nuova fase instabile nei prossimi giorni”. Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “Mercoledì primi locali acquazzoni o temporali sono attesi su Alpi, Prealpi, Friuli Venezia Giulia, Levante Ligure, alta Toscana, entro fine giornata qualche isolato fenomeno possibile anche tra Emilia Romagna e alte Marche. Sarà tuttavia giovedì la giornata più instabile quantomeno al Centronord, con una modesta ma insidiosa bassa pressione tra Ligure e Corsica che favorirà lo sviluppo di piogge e temporali sparsi specie su Valpadana centro-orientale, Toscana, Umbria, Marche; poco o nulla invece su Valle d’Aosta, alto Piemonte, alta Lombardia e alto Adige, ma anche tra Lazio e Abruzzo. Qualche acquazzone ‘abborderà’ anche il basso versante tirrenico in particolare la Campania. Venerdì sarà il turno del Sud e della Sicilia, con fenomeni tuttavia molto localizzati e disomogenei; andrà meglio invece al Centronord pur con locale nuvolosità”

ATTENZIONE AL WEEKEND – “Appena oltralpe una vasta circolazione ciclonica interesserà mezza Europa per diversi giorni e questa potrebbe pilotare la prima vera perturbazione autunnale sull’Italia nel weekend – avverte l’esperto – ad oggi sembrerebbe più colpito il Nord e le centrali tirreniche con piogge anche forti, ma rimane una linea di tendenza che stiamo ancora analizzando e che necessita di ulteriori conferme”.

CLIMA IN GENERE GRADEVOLE, CALDO MAI ECCESSIVO – “Le temperature saranno in aumento fino a mercoledì ma mai eccessive – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – con massime in genere comprese tra 25 e 30°C, qualche punta superiore su adriatiche e Isole Maggiori. Minime sempre frizzanti, fin verso i 13-16°C sulle aree interne del Centronord. Da giovedì nuovo calo termico, pur modesto e più avvertibile al Centronord: clima dunque sostanzialmente gradevole, nella norma o lievemente al di sopra”.

SI CHIUDE LA SECONDA ESTATE PIU’ CALDA DI SEMPRE – L’Estate 2017 verrà senz'altro ricordata per le ripetute e intense ondate di caldo africano, in particolare tra luglio e agosto. Le temperature sono risultate, in un’analisi complessiva a scala nazionale e sui tre mesi estivi, sopra la media di ben 2.5°C, piazzandosi al secondo posto delle estati più calde da quando si effettuano le rilevazioni. Ad ogni modo diverse regioni hanno sperimentato temperature complessive sopra la media anche di 4°C, in particolare quelle del Centro. Al primo posto, per ora impareggiabile, rimane l’Estate 2003 con temperature complessivamente sopra la media di ben 3.76°C. Non solo molto calda, ma l’Estate 2017 è risultata anche particolarmente secca: fatta eccezione per alcune aree del Nordest e delle Alpi dove è piovuto di più per quanto comunque poco, molte zone d’Italia hanno visto anche 80-90% di pioggia in meno.

ALLARME SUI CARAIBI E IN FLORIDA PER L’URAGANO IRMA – “Nel frattempo sono giorni di paura e apprensione nei Caraibi per l’uragano Irma, anch’esso di categoria 4 come Harvey. Sono attese piogge torrenziali e venti ad oltre 200km/h ma non solo: Irma potrebbe raggiungere anche gli Stati Uniti nel weekend e in particolare la Florida, dove è già stato dichiarato preventivamente lo stato di emergenza. Qualora Irma facesse landfall sulla Florida, sarebbe la prima volta dopo 102 anni che due uragani di categoria 4 colpiscono gli USA nello stesso anno” concludono da 3bmeteo.com

05 Settembre 2017