il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


A CICOGNOLO

Anziana derubata da due donne

Sedicenti madre e figlia fingono di essere interessate all'acquisto della villetta: via il portafogli

Anziana derubata da due donne
CICOGNOLO — Madre e figlia suonano alla porta di un’anziana e si fingono interessate all’acquisto della sua villetta, ma è solo un pretesto per entrare nell’abitazione e rubarle il portafoglio con dentro 60 euro in contanti. Il furto è stato messo a segno nei giorni scorsi in una zona residenziale del paese. La coppia, stando ai racconti della vittima, è formata da una donna di circa 45 anni e da una ragazza sulla ventina. Sono entrambe italiane, ben vestite e dai modi gentili. Due insospettabili che si spostano a bordo di un’automobile bianca.
Intorno alle 12.30 l’anziana, che vive da sola, ha sentito il suono del campanello e ha aperto la porta. Si è trovata di fronte una delle due donne, la presunta mamma, che ha spiegato di essere arrivata in paese insieme alla figlia, inizialmente rimasta in auto, alla ricerca di un’abitazione da acquistare. La proprietaria ha spiegato subito di non essere interessata a vendere la villetta, ma la sconosciuta ha insistito affinché la facesse entrare con la figlia per prendere carta e penna e lasciarle un recapito telefonico, per contattare la coppia nel caso in cui cambiasse idea e decidesse di mettere in vendita la casa. A quel punto, con un po’ di insistenza, sono riuscite a convincere l’anziana a farle entrare. E una delle due, mentre l’altra cercava di distrarre la proprietaria, deve aver infilato la mano nella borsetta, che era sul divano, per poi sfilare il portafoglio con dentro i documenti e i contanti. Alla fine se ne sono andate lasciando un numero di telefono cellulare. Il loro comportamento ha insospettito fin da subito l’anziana, che però ha scoperto il furto il giorno seguente, quando ha messo le mani nella borsetta e si è accorta che il portafoglio era sparito. A quel punto ha capito tutto, quindi ha telefonato ai carabinieri per denunciare l’episodio. Ha provato anche a comporre il numero che le aveva lasciato la coppia, ma il telefono ha squillato a vuoto. Sul furto, adesso, indagano i militari della stazione di Vescovato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


10 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000