il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Case popolari, sfratto per tre 'furbetti' dell'affitto

Immigrati che abitano nelle vie Tibaldi, Tedaldi Fores e Fatebenefratelli. La morosità dura da alcuni anni. Il provvedimento ha effetto immediato ma è possibile ricorrere al Tar o al presidente della Repubblica

Case popolari, sfratto per tre 'furbetti' dell'affitto

Un complesso di case comunali in una foto d'archivio

CREMONA - Non si ferma la linea dura del Comune contro i ‘furbetti’ delle case popolari. Negli ultimi giorni l’amministrazione ha emesso tre decreti di decadenza per altrettanti inquilini, in questo caso tutti immigrati, che occupano alloggi di edilizia residenziale pubblica ma non pagano, da tempo, l'affitto. Il primo sfratto ha colpito un nigeriano di 59 anni che abita in via Tibaldi e che ha accumulato una morosità nel periodo 2013-2016. Inoltre, non ha presentato la documentazione reddituale necessaria all’aggiornamento del canone di locazione. Simile la situazione della quarantottenne nata in Marocco che risiede in via Tedaldi Fores e che non ha rispettato le regole in un arco temporale più lungo, dal 2007 al 2016. Discorso simile anche per un suo connazionale che però vive in un appartamento dell’Aler di Fatebenefratelli. Per tutti e tre sono scattate le verifiche contabili del Comune, verifiche che si sono concluse, come si spiega negli atti dell’ente, con lo stesso risultato: ‘Il signore deve lasciare libero da cose e persone con effetto immediato l'alloggio a suo tempo assegnatogli’. Gli sfrattati potranno presentare ricorso al Tar entro 60 giorni dalla notifica del provvedimento o, in alternativa, ricorso straordinario al presidente della Repubblica entro 120 giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Agosto 2017

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2017/09/01 - 13:01

    abbiamo avuto cinque anni di giunta di destra , ma se è vero che questi sono anni che non pagano, perchè la giunta perri non si è presa la briga di buttarli fuori, sono tutti bravi prima e dopo, ma quando sono seduti la, si adeguano alla poltrona ( vedi lega con perri). comunque io non voglio difendere nessuno ma se andiamo a vedere la realtà delle case popolari , ci sono anche tanti italiani che con la scusa della povertà fanno i furbi, pretendono e non pagano.

    Rispondi

  • Vania

    2017/08/25 - 21:09

    È chi li butta fuori? Tanto ci pensano il Galimba, don Pezzetti e quelli dei centri a-sociali!!

    Rispondi

  • Fabio

    2017/08/25 - 17:05

    Senz'altro vinceranno il ricorso, sono risorse!

    Rispondi

  • vittorio

    2017/08/25 - 11:11

    " Pensate a questi ingrati di Italiani che mi vogliono far pagare 10 anni di affitto mai pagato . E' questa l'accoglienza ? Ma tanto un giudice buonista lo trovo e anche qualche associazione di intellettuali extraterrestri con a capo un prete , e vedremo chi la vince . " PENSO CHE QUESTO SIA IL PENSIERO RICORRENTE DELLE NOSTRE RISORSE . AUGURONI E UN CIAONE !

    Rispondi