il network

Martedì 13 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Traffico di clandestini, ultime due estradizioni dalla Francia

Si tratta dell'operazione portata a termine dalla Squadra Mobile, nel gennaio scorso, con l’esecuzione di 34 ordinanze di custodia cautelare in carcere che avevano disarticolato un’associazione per delinquere transnazionale

Traffico di clandestini,  ultime due estradizioni dalla Francia

CREMONA - Nei giorni scorsi sono stati estradati dalla Francia gli ultimi due soggetti detenuti facenti parte dell’operazione portata a termine dalla Squadra Mobile, nel gennaio scorso, con l’esecuzione di 34 ordinanze di custodia cautelare in carcere che avevano disarticolato un’associazione per delinquere transnazionale dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina operante sul territorio nazionale, con contatti diretti con soggetti esteri, trafficanti e scafisti, in particolare in nord africa ed in tutta Europa, dedita all’organizzazione, mediante l’ausilio di “passeur”, di viaggi di immigrati (clandestini o rifugiati) i quali, dopo aver attraversato il mar Mediterraneo ed essere giunti in Italia, previo pagamento di somme di denaro venivano trasportati dal sud Italia a Milano e poi oltre il confine nazionale, specie lungo la frontiera di Ventimiglia (Im), con destinazione finale il nord dell’Europa.

L’attività d’indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, dal Procuratore Aggiunto Ilda Bocassini e dal Sostituto Cecilia Vassena, aveva appunto portato all’emissione delle misure cautelari in carcere a carico dei soggetti indagati, eseguite in gran parte nel gennaio scorso. Nei mesi successivi, a seguito dell’emissione di mandati di arresto europei, tutti i soggetti che durante le indagini erano stati arrestati in flagranza di reato dalla Squadra Mobile e dal personale del Settore Polizia di Frontiera di Ventimiglia in concorso con la Polizia Francese e detenuti in Francia, sono via via stati estradati in Italia. La Squadra Mobile e la Polizia di Frontiera di Ventimiglia hanno materialmente proceduto alle procedure di ricevimento degli arrestati in Italia, tradotti della Polizia Penitenziaria Francese al valico di Ventimiglia Ponte San Luigi ed alla notifica ed esecuzione delle misure cautelari con la conseguente traduzione presso la casa circondariale di Sanremo (Im).

Anche gli ultimi due soggetti arrestati in data 10 e 14 agosto, un cittadino Tunisino residente in Francia ed un cittadino Italiano residente in provincia di Milano, sono ritenuti responsabili del reato di associazione per delinquere, a carattere transnazionale, finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

16 Agosto 2017

Commenti all'articolo

  • PAMELA

    2017/08/19 - 00:12

    E non potevano tenerseli in Francia? ... come se in Italia non avessimo già troppo delinquenti stranieri da mantenere nelle carceri!!! Tanto chi paga siamo sempre noi contribuenti!!!

    Rispondi