il network

Giovedì 15 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Castelvetro, estradato in Italia Maurizio Cavedo

L'ex poliziotto della stradale di Cremona si trovava in carcere a Caracas: era stato arrestato in aeroporto con 13 chili di cocaina

Castelvetro, estradato in Italia Maurizio Cavedo

CASTELVETRO PIACENTINO - Estradato Maurizio Cavedo, ex poliziotto della stradale di Cremona, residente a Castelvetro Piacentino, che si trovava in carcere a Caracas: era stato arrestato proprio in Venezuela, in aeroporto, perché aveva con sé, in due differenti valigie, ben 13 chilogrammi di cocaina. Cavedo risulta indagato anche dagli inquirenti italiani nell’ambito della maxi-inchiesta Aemilia sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta al Nord e così è stata chiesta l’estradizione. L’ex poliziotto è arrivato all’aeroporto di Fiumicino, a Roma, e ora si trova in carcere proprio nella capitale. Ad attenderlo in aeroporto ha trovato gli uomini del nucleo investigativo dei carabinieri di Fiorenzuola e Piacenza. Durante una perquisizione del 26 maggio 2015, i militari della Compagnia di Fiorenzuola, a Gadesco Pieve Delmona, rinvenivano un laboratorio clandestino, diretto dal 49enne professore-biologo Antonio Salerno, residente a Castelvetro, traendo in arresto quest’ultimo ed il fratello. All’interno venivano trovati un discreto quantitativo di cocaina oltre a sostanze da taglio (nel laboratorio veniva prodotta lidocaina) e documenti che riconducevano proprio al Cavedo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Agosto 2017