il network

Domenica 23 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Soldi veri, auto fantasma

In un solo mese carpiti 21 mila euro. Due presunti truffatori (una terza complice è ancora da rintracciare) denunciati dai carabinieri per raggiri online

Soldi veri, auto fantasma

MONTICELLI -  Chiedevano modiche cifre di acconto per veicoli usati, da versare su una poste pay sulla quale in un solo mese sono stati accreditati circa 21mila euro, ma delle auto nessuna traccia. E così due uomini di cui per il momento non sono state rese note le generalità (in quanto le indagini non sono del tutto concluse) sono stati denunciati per truffa dai carabinieri di Monticelli, che stanno tentando di risalire ad altre vittime del raggiro e di chiudere il cerchio attorno ad un’attività che pare essere stata abbastanza redditizia. Per ora il provvedimento riguarda solo ed esclusivamente un episodio locale: nei mesi scorsi un cittadino ha trovato un annuncio su un noto sito web, che è estraneo alla vicenda in quanto non risponde di eventuali inserzioni fasulle, relativo ad un veicolo in vendita a 3.800 euro. Giudicando la proposta conveniente, l’aspirante cliente ha contattato la parte offerente e si è sentito richiedere un acconto di 300 euro. Ha rifiutato, ma a quel punto la controparte ha ridotto la richiesta: ‘solo’ 100 euro a titolo di garanzia, da versare su una poste pay. L’acquirente, vista la modica cifra, ha ceduto e ha versato la somma. Ma la compravendita non è mai avvenuta e stanco di aspettare un’auto che probabilmente era inesistente, si è rivolto ai carabinieri. I militari monticellesi, che già in passato avevano smascherato truffe simili, sono risaliti al proprietario della poste pay e hanno anche ricostruito i movimenti dell’ultimo mese, riscontrando appunto i versamenti per oltre 21mila euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Luglio 2017