il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SOSPIRO

Autovelox: per 2,5 euro ora ne deve pagare 548, l'avviso dopo 4 anni

Multato, automobilista versa due giorni dopo con lo sconto del 30%. Errore nei conti e ora arriva l’ingiunzione. Il sindaco: burocrazia cieca

Autovelox, per 2,5 euro  ora ne deve pagare 548, l'avviso dopo 4 anni

L'autovelox fisso al Longardore

SOSPIRO - Per 2,50 euro di una multa non pagati, a distanza di quattro anni si trova a doverne versare 548. E’ il caso davvero paradossale di A.S., automobilista residente fuori provincia che il 6 luglio del 2013 viaggiava a 111 chilometri orari (21 in più rispetto al limite) lungo la via Giuseppina dove l’autovelox di Longardore lo ha fotografato. Il Comune ha quindi elevato la sanzione di 244 euro. Il conducente ha ricevuto il verbale il 21 agosto e, due giorni dopo, ha pagato la multa in misura ridotta del 30 per cento. Una decisione che si trasformerà in un incubo. L’uomo ha infatti versato 170,50 euro «come indicato dai vigili telefonicamente». Peccato che quella cifra non sia stata calcolata correttamente.  «Non essendo stata indicata nel verbale la cifra da pagare — spiega l’interessato — abbiamo chiamato i vigili di Sospiro che ci hanno detto di pagare 170,50 euro. E così abbiamo fatto il 23 agosto di quell’anno». A distanza di quattro anni però la doccia fredda: il 30% non andava calcolato su tutta la cifra, essendo esclusi dallo ‘sconto’ i 16,20 euro di spese di notifica, e la differenza ammonta appunto a 2,5 euro. Il 16 giugno di quest’anno è arrivata l’ingiunzione di pagamento di 548 euro. Una vicenda di cui anche il sindaco Paolo Abruzzi è stato informato. «Sono d’accordo con l’utente. Mi sono informato, ma purtroppo ci sono norme e regole ben precise. E’ il tipico esempio di burocrazia rigida e cieca, sarebbe stato sufficiente usare il buon senso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

23 Luglio 2017