il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


SISMA A KOS. LA TESTIMONIANZA

"Tutto ha iniziato a tremare, siamo sotto choc"

Attimi di terrore a Kardamena, sulla costa meridionale dell’isola, per la 21enne di Casalbuttano Sveva Gerevini

"Tutto ha iniziato a tremare, siamo sotto choc"

Da sinistra Vera Bernardi, Cristina Nolli e Sveva Gerevini

KOS - «Tutto ha iniziato a tremare, così in piena notte ho svegliato mia zia Cristina e mia cugina Vera e in tutta fretta siamo corse fuori dall’hotel. Una vacanza tanto attesa si è così trasformata in un incubo». Attimi di terrore a Kardamena, sulla costa meridionale dell’isola di Kos, per la 21enne di Casalbuttano Sveva Gerevini. Ancora sotto choc per il terremoto anche la zia Cristina Nolli, parrucchiera ed estetista nel paese della Norma, e la cugina 15enne Vera Bernardi.
«Stiamo bene — prosegue Sveva, studentessa universitaria a Brescia, facoltà Tecnico di radiologia e campionessa di atletica — ma siamo ancora molto spaventate. Nel mio hotel è esondata la piscina e un ragazzo, mentre si stava allontanando dall’edificio, è scivolato e si è tagliato ad un braccio. Non vedo l’ora di tornare al mio paese».
Le tre abitanti di Casalbuttano sono arrivate sull’isola greca martedì pomeriggio. Erano pronte ad una settimana di relax, ma il violento sisma (magnitudo 6.7) ha trasformato la gioia per un soggiorno tanto desiderato, in grande preoccupazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Luglio 2017