il network

Martedì 20 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


NELLA BASSA PIACENTINA

Evasa per la seconda volta dai domiciliari, ripresa 33enne condannata per rapina

La pena che sta scontando è relativa ad un episodio avvenuto nel reparto di geriatria dell’ospedale di Piacenza dove la donna ha tentato di rubare contanti dal portafoglio di un'anziana che ha poi minacciato e strattonato

Evasa per la seconda volta dai domiciliari, ripresa 33enne condannata per rapina

Un'auto dei carabinieri

CAORSO - Di stare in casa, dove deve scontare ancora otto mesi di arresti domiciliari per rapina impropria, proprio non ne vuole sapere. E così una 33enne di Polignano è stata arrestata con l’accusa di evasione per la seconda volta in due mesi. A scoprire la sua fuga sono stati nuovamente i carabinieri della stazione di Caorso, incaricati di verificare la sua effettiva presenza al domicilio designato. Ma anche venerdì 21 luglio, proprio com’era già accaduto a fine maggio, la 33enne non ha risposto al citofono. Una volta rientrata si è giustificata spiegando di essere andata a trovare una vicina, peccato che gli arresti domiciliari non prevedano uscite di questo tipo. E così per la giovane donna sono scattate nuovamente le manette. Dovrà comparire di fronte al giudice per l’udienza di convalida.  La pena che sta scontando è relativa ad un episodio avvenuto nel reparto di geriatria dell’ospedale di Piacenza: la donna è entrata di nascosto nella stanza di una 90enne e mentre l’anziana stava dormendo le ha rubato contanti dal portafoglio. Quando la degente si è svegliata e ha tentato di azionare il pulsante di chiamata, la ladra l’ha minacciata e strattonata. Tuttavia non è bastato per salvarla: la polizia è riuscita a fermarla e anche a recuperare il bottino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Luglio 2017