il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


FINO A MILLE EURO

Case Aler, bollette salasso

I residenti di via Divisione Acqui protestano

Case Aler, bollette salasso
L'assessore Amore: "Importi ricalibrati e pagamenti sospesi"
Nuovo allarme per i costi del teleriscaldamento: i residenti dei 16 appartamenti Aler al civico 4 di via Divisione Acqui lamentano bollette tra i settecento e i mille euro per tre mesi di fornitura di acqua, luce e gas. «Non siamo in grado di onorarle» ammettono subito. Ma non è l’impossibilità di pagare, e nemmeno il conseguente rischio di distacco degli allacci causa morosità che si profila all’orizzonte, il solo nodo da sciogliere: il punto è che, a dispetto di un impianto nuovo, si sospettano dispersioni. Morale: l’entità delle fatturazioni arrivate viene ricondotta non al reale consumo ma a presunti sprechi, «indipendenti dal nostro utilizzo effettivo», che avrebbero maggiorato gli oneri a carico delle famiglie. E’ l’assessore ai Servizi sociali Luigi Amore, ancora una volta, a scendere in prima linea nel tentativo di chiarire la situazione. «Sono informato — premette — e in sinergia con Aem stiamo valutando il caso di via Divisione Acqui. Tenendo conto che fra dieci giorni il riscaldamento si spegne, assicuro che immediatamente dopo, in tempi brevi, interverremo in maniera risolutiva. Bisogna però fare una distinzione: può darsi ci siano state bollette da settecento euro non corrispondenti al reale utilizzo delle utenze ma altre, e lo abbiamo già verificato, lo sono in maniera assoluta». Intanto, a dimostrazione di una immediata attenzione alla segnalazione, le fatturazioni sono state ricalcolate: «Ricalibrate negli importi — conclude Amore — e con sospensione dei pagamenti».

07 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000