il network

Mercoledì 21 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Treni e sicurezza, "stazioni sguarnite"

Epicoco (Sindacato autonomo di polizia), che da anni segnala l’indebolimento di Polfer e Postale: sos snobbato da politici e istituzioni

Treni e sicurezza, "stazioni sguarnite"

Agenti della polizia ferroviaria impegnati in un controllo a bordo di un treno

CREMONA - «Sono anni che segnaliamo il progressivo indebolimento della polizia ferroviaria, con un progressivo calo degli agenti. La situazione attuale, il ripetersi di vicende come l’aggressione al capotreno dell’altro giorno, dimostra che non abbiamo parlato a vanvera. Purtroppo né i politici né, tanto meno, le istituzioni, hanno raccolto il nostro appello. Neanche una parola. Un silenzio che pesa. Anche perché altrove l’intervento degli amministratori ha portato a risultati concreti». Il tono è pacato ma i concetti espressi da Gianluca Epicoco, segretario provinciale nonché membro del consiglio nazionale del Sindacato autonomo di polizia (Sap), vanno diritti al bersaglio. Il capotreno preso a pugni dallo straniero senza biglietto, poi fuggito, ha dato la stura a una polemica destinata a tenere banco a lungo. Anche perché le segnalazioni del Sap hanno scandito un percorso durante il quale si è assistito a un dimezzamento degli agenti in forza alla polizia ferroviaria (mai sostituiti gli uomini e le donne andati i n pensione), una tendenza direttamente proporzionale all’aumento dei reati e delle situazioni di oggettiva difficoltà dei viaggiatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Luglio 2017

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2017/07/14 - 11:11

    Il politico moderno non è interessato alla sicurezza dei cittadini che rappresenta , tantomeno ad un miglioramento delle situazioni socialmente inaccettabili . Chi entra in politica (attraverso raccomandazioni di furbetti ) lo fa solo per il proprio interesse o/e per quello di qualche amico che contraccambierà . Chi crede nella politica oggi , ha scopi ben precisi che non corrispondono con quelli del popolo Italiano .

    Rispondi

  • la talpa

    2017/07/14 - 10:10

    Chi può evita i mezzi pubblici specialmente i treni su certe tratte (MN,CR.MI)L'ho sempre preso per comodità ora non più il viaggiatore non si sente protetto ed io da sola mi sono sentita in pericolo più di una volta. Ho rinunciato ai treni ma ho anche limitato molto la mia libertà grazie a tutti quelli che dirigono questo circo

    Rispondi

  • enrico

    2017/07/14 - 09:09

    In pratica stanno riempiendo il nostro paese di balordi riducono sulla sicurezza e non solo se per caso reagisci ti rovinano . Naturalmente siamo un paese democratico ma di votare non se ne parla da anni ormai Complimenti governo non eletto dal popolo.

    Rispondi