il network

Lunedì 12 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Opere pubbliche: più vicini gli interventi a scuole e impianti sportivi

Lavori alla Monteverdi e alla Stradivari, riqualificazione del sintetico del Cambonino e 50mila euro per lo Zini

Campo da calcio del Cambonino, Comune partecipa a bando regionale

Il campo da calcio del Cambonino

CREMONA - Novità positive nel Piano delle opere pubbliche (Pop). La giunta, a seguito di alcune variazioni di Bilancio di previsione, di diverse necessità di intervento, degli spazi aperti dalla Regione, cambia le forme di finanziamento di alcuni lavori prioritari, rendendo l’inizio delle opere concreto e più vicino nel tempo.

Confermata l’attenzione alle scuole e agli impianti sportivi. Tra questi, da segnalare l’intervento di efficientemente energetico della Scuola primaria ‘C. Monteverdi’ per un costo complessivo di oltre 1,7 milioni sul 2017 (contributi per 1,1 milioni dal Gestore dei Servizi Energetici in quanto l’intervento risponde ai criteri dettati dalle regole applicative del Conto Termico 2.0, 242mila dal mutuo FinLombardia, 182mila da alienazioni patrimoniali).

Altro elemento positivo quello relativo al restauro, risanamento, bonifica amianto e miglioramento sismico, della palestra della Scuola primaria ‘A. Stradivari’: la forma di finanziamento passa da alienazioni ad avanzo di amministrazione, diventando dunque certo. Maggiore concretezza anche per la riqualificazione del campo da calcio in sintetico del Cambonino con la modifica della forma di finanziamento (239mila di avanzo e 136mila di alienazioni patrimoniali). Nel Pop viene introdotto un nuovo capitolo: quello relativo ai primi interventi sullo Stadio Zini per 50mila euro, in accordo e in sinergia con la società Cremonese dentro al complessivo piano di lavori. Infine, il nuovo Pop prende atto del finanziamento derivante dall’accordo raggiunto dal Comune con Rfi per la ciclabile Cremona-Picenengo. 

"Gli interventi - spiegano dall'Ente - frutto delle recenti modifiche si aggiungono a quelli già previsti e già finanziati nel Piano, tra cui quelli sui palazzi storici come Palazzo Affaitati e Palazzo Grasselli, su altre scuole, su strade e marciapiedi, sull’edilizia popolare. Il Piano delle opere pubbliche con le novità adottate dalla giunta è frutto di un intenso e costante lavoro portato avanti dall’Amministrazione comunale e dai dirigenti competenti, all'insegna della sinergia e della programmazione, sempre a favore della concretezza e dell’attuazione di questi importanti interventi per la città. 

Dopo l'adozione da parte della giunta, le variazioni passano ora alla commissione consiliare Bilancio per l'espressione di parere e quindi al Consiglio comunale per l'approvazione definitiva.

Dopo l'adozione da parte della giunta, le variazioni passano ora alla commissione consiliare Bilancio per l'espressione di parere e quindi al Consiglio comunale per l'approvazione definitiva.

03 Luglio 2017