il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Vento Bici Tour, il ministro Delrio pedala lungo il Po

Giornata di promozione del progetto di dorsale cicloturistica denominato

Delrio

CREMONA - Giornata cremonese, mercoledì 7 giugno, per il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, per la quinta edizione di ‘Vento Bici Tour’, organizzata dal Politecnico di Milano per promuovere il progetto di dorsale cicloturistica denominato ‘Vento’. L’iniziativa è il cuore di un’intera settimana di eventi, fino all’11 giugno, sui territori attraversati dai cicloturisti lungo il fiume Po, da Venezia a Torino. Presenti anche il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti.

LA SCHEDA DEL PROGETTO

La ciclovia 'Vento' e' il progetto di una dorsale cicloturistica da Venezia a Torino, lungo il fiume Po, con un collegamento a Milano, lunga 679 chilometri, che attraversa quattro regioni (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto), 12 Province, 121 Comuni e oltre 20 aree protette.

E' inserita negli strumenti di programmazione di tutte le 4 Regioni, in particolare, per la Lombardia, nel Piano regionale della mobilita' ciclistica e nel Programma regionale della mobilita' e dei trasporti approvato dal Consiglio regionale il 20 settembre 2016.

Nel corso del 2015 il progetto e' divenuto di rilievo nazionale, prima con l'inserimento nella Legge di Stabilita' 2016, che ha stanziato, per 'Vento' e altre tre ciclovie (tra cui la Sole, da Verona a Firenze, attraversando la provincia di Mantova), 91 milioni di euro, e poi, il 27 luglio 2016, con la firma di un Protocollo di intesa tra il Governo (Mit e Mibact) e le quattro Regioni attraversate. Con la sottoscrizione dei Protocolli per le quattro ciclovie specificamente menzionate dalla Legge di Stabilita' ha preso forma il Sistema nazionale delle ciclovie turistiche (Snct).

Con la firma del Protocollo del 27 luglio 2016 Regione Lombardia e' stata individuata quale soggetto coordinatore delle Regioni e di interfaccia con il Mit per l'intera ciclovia 'Vento'. Il Protocollo riconosce in particolare al progetto della ciclovia 'Vento' i requisiti di:

  • intermodalità con altri sistemi di trasporto, e specificamente con il sistema ferroviario, fluviale e marittimo;
  • interconnessione con altri itinerari cicloturistici;
  • capacita' di valorizzazione del patrimonio storico artistico e naturalistico;
  • capacita' di valorizzazione del patrimonio agricolo, enogastronomico e delle tradizioni popolari;
  • motore di sviluppo di ricettività turistica ecosostenibile;
  • generazione di occupazione a partire dalle aree interne del Paese.

In attuazione del Protocollo di intesa, il 25 ottobre 2016, le Regioni Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna e il Dipartimento di Architettura e Studi urbani del Politecnico di Milano hanno sottoscritto un accordo di collaborazione, che prevede che Regione Lombardia svolga il ruolo di soggetto attuatore, per il tramite di Ilspa, per la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica dell'intero tracciato di 'Vento'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

07 Giugno 2017