il network

Sabato 17 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Caso piscina, il Comune dà battaglia al Tar

La giunta ha deciso di resistere in giudizio contro il ricorso della società veronese 'Sporting Club', esclusa dalla gara

Caso piscina, il Comune dà battaglia al Tar

La piscina olimpionica comunale di Cremona

CREMONA - Sarà battaglia sulla piscina. La giunta, nell’ultima seduta di mercoledì 31 maggio, ha deciso di resistere in giudizio contro il ricorso presentato al Tar di Brescia dallo ‘Sporting Club’ di Verona, la società veneta esclusa, allo stesso modo della ‘Virtus Buonconvento’, dalla gara per la futura gestione dell’impianto sportivo. La difesa del Comune sarà affidata all’avvocato Enrico Cistriani, responsabile dell’Ufficio legale dell’ente. Lo ‘Sporting Club’ aveva comunicato all’amministrazione, nell’ultimo giorno utile e via posta certificata, di essersi rivolta al Tar contro quell’esclusione. E così, con la struttura legale dell’ente già avvisata, inevitabilmente si ingarbuglia ancor di più il percorso - già lastricato di polemiche - che dovrebbe portare al rinnovo di competenze e alla riqualificazione degli impianti natatori di proprietà comunale di largo Atleti Azzurri d’Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Giugno 2017