il network

Sabato 22 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Esponente del Dordoni escluso dal servizio civile: ora i danni

Ha partecipato al corteo del 24 gennaio 2015 sfociato negli incidenti. Linea dura dell’amministrazione: 'no' alla richiesta di risarcimento e battaglia davanti al giudice

Esponente del Dordoni escluso dal servizio civile: ora i danni

Nel riquadro Filippo Esposti

CREMONA - E’ sempre più muro contro muro nel caso del servizio civile negato dal Comune al giovane, esponente del centro sociale Dordoni, ‘colpevole’ per la controparte d’aver sfilato al corteo violento del 24 gennaio 2015. L’autonomo ha chiesto all’ente locale il risarcimento danni per quell'esclusione, ma tutto fa pensare che l’istanza cadrà nel vuoto. A questo punto non sembra restare altra strada che il tribunale.
Al centro del braccio di ferro ci sono Filippo Esposti, 27 anni, e la sua domanda di poter svolgere la leva regionale volontaria al Pois di corso Vittorio Emanuele, il settore dei servizi sociali che segue le situazioni di fragilità di cui Esposti si è occupato nel corso della sua militanza, anche per il Comitato anti sfratto. Inizialmente la sua richiesta, come quella di tanti altri, era stata accolta ed Esposti, dopo il colloquio con un funzionario del Comune e un incontro con alcuni volontari a Milano, aveva iniziato il suo impegno. Ma quello stesso giorno era stato rimandato a casa. Motivo: ha partecipato a quella manifestazione. Per quei fatti Esposti, come altri suoi compagni del Dordoni, è finito davanti al giudice. Per lui l’accusa ha chiesto 5 anni e 4 mesi di reclusione per aver acquistato i caschi, gli zaini e le giacche usati dai black bloc negli incidenti con le forze di polizia. Ma è stato assolto in primo grado.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

01 Giugno 2017

Commenti all'articolo

  • renzo

    2017/06/02 - 12:12

    Sei contro...sii coerente.....pecunia non olet....

    Rispondi