il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Lite in treno, la ragazza:
'Ho sbagliato, ma trattata da delinquente'

Lite in treno, la ragazza:
'Ho sbagliato, ma trattata da delinquente'

Il treno fermo a Soresina dopo la lite

SORESINA - «Sono consapevole di aver sbagliato a sputare e a mettere i piedi sul sedile, infatti, quando mi ha ripresa mi sono scusata, ma sono stata trattata lo stesso come una delinquente». Sono le dichiarazioni della passeggera 16enne coinvolta nella colluttazione col capotreno lunedì pomeriggio alla stazione ferroviaria di Soresina. La giovane racconta la sua versione depositata alla stazione dell’Arma di Soresina al comando del maresciallo Luigi Illustre, dove la ragazza si è recata insieme alla madre «per sporgere denuncia» come ha confermato la madre stessa.
l racconto della ragazza conferma che l’origine del diverbio è da attribuire ai piedi appoggiati sul sedile. La 16enne sostiene di avere più volte chiesto scusa, ma il controllore ha chiamato ugualmente i carabinieri. «Una volta arrivati a Soresina, mentre stavo scendendo, mi ha detto ‘dove credi di andare delinquente’. Io a quel punto mi sono lasciata prendere dalla rabbia, mi sono girata e gli ho sputato sulla divisa». A quel punto quindi cosa è successo? «Mi sono voltata per andarmene e lui mi ha messo le mani al collo facendomi cadere per terra. Per fortuna nel frattempo si è avvicinata mia madre che è riuscita ad allontanarlo da me, tirandolo per la divisa». Il controllore preferisce per il momento non rilasciare alcuna dichiarazione in attesa di disposizioni dei suoi superiori.
L'intervista completa sul quotidiano in edicola giovedì 7 marzo
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

07 Marzo 2013

Commenti all'articolo

  • ROBERTO

    2013/06/13 - 09:09

    l'educazione ed il rispetto per le cose altrui sono sparite, il controllore ha sbagliato a farla cadere...........doveva assestargli un bel ceffone, anche alla madre, molte volte i modi maneschi convincono e fanno riattivare il bon ton ce c'è in noi.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000